Le cronache di Prydain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le cronache di Prydain (The Chronicles of Prydain) è una serie di cinque romanzi fantasy scritti dall'americano Lloyd Alexander basata fondamentalmente sulla maggior parte delle leggende contenute nel Mabinogion, il testo mitologico più importante della letteratura gallese. La stessa ambientazione è un Galles immaginario, parallelo a quello esistente, da cui il nome in Cymru Prydain; lo stesso autore ragguaglia il lettore nella nota d'apertura che precede il testo del primo romanzo[1].

Nel 1985, basandosi liberamente sui primi due volumi della saga, Il libro dei tre e Il calderone nero, la Walt Disney Company produsse il lungometraggio animato Taron e la pentola magica (The Black Cauldron).

Romanzi del ciclo[modifica | modifica sorgente]

  • 1964: Il libro dei tre. Taran, un assistente-guardiano di maiali, assieme ai suoi compagni, cerca di sconfiggere Arawn, Signore della Guerra.
  • 1965:Il calderone nero — vincitore del Newbery Honor Award nel 1966. Taran, aiutato dai suoi compagni, deve distruggere un calderone incantato, un'arma demoniaca, proprietà di Arawn.
  • 1966: Il castello di Llyr. Eilonwy viene rapita e Taran guida una compagnia per salvarla.
  • 1967: Taran il girovago. Taran, assieme al suo compagno Gurgi, inizia un lungo e pericoloso viaggio alla ricerca delle sue origini.
  • 1968: Il sommo re — vincitore del Newbery Honor Award nel 1969. Taran e i suoi compagni organizzano un ultimo, terribile scontro contro le minacciose forze del Signore della Guerra Arawn.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lloyd Alexander, Il libro dei tre, Nota dell'autore, Casa editrice Nord (Negli omnibus La saga di Prydain e Storie della terra di Prydain)