Le avventure di Tin Tin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il fumetto, vedi Le avventure di Tintin.
Le avventure di Tin Tin
serie TV cartone
Titolo orig. Les Aventures de Tintin
Lingua orig. inglese/francese
Paese Canada/Francia
Regia
Studio
Musiche
Reti Family Channel (Canada), France 3 (Francia)
1ª TV 2 ottobre 1991 – 1992
Episodi 39 (completa) (tre stagioni)
Durata ep. 24 min
Reti it. Rai 1, Italia 1
Episodi it. 39 (completa)
Durata ep. it. 24 min

Le avventure di Tin Tin (Les Aventures de Tintin) è una serie televisiva animata franco-canadese basata sul fumetto Le avventure di Tintin del fumettista belga Hergé. È stata prodotta nel 1991 da Ellipsanime e Nelvana in collaborazione con Moulinsart, la fondazione dedicata ad Hergé, e trasmessa in Canada nello stesso anno e in Francia nel 1992.

La trasmissione italiana è avvenuta per la prima volta nel 1992 su Rai 1. Dal 12 settembre 2011 la serie è stata riproposta in versione digitalizzata in 16:9 su Italia 1 con un nuovo doppiaggio e il titolo Le avventure di Tintin.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Michael Hirsh, il produttore esecutivo del team di produzione franco-canadese, ha dichiarato che la serie televisiva è stata realizzata con l'idea di rimanere fedele al fumetto di Hergé. Il precedente adattamento degli anni cinquanta, infatti, dipartiva sovente dal materiale originale. I cambiamenti principali riguardano la diminuzione della violenza, per rendere il prodotto adatto ad un pubblico giovanile, e la rimozione degli stereotipi etnici, presenti in alcuni racconti di Hergé, ma giudicati inadatti alla mutata sensibilità del pubblico contemporaneo[1]. Per questo motivo sono stati esclusi dall'adattamento i fumetti Tintin nel paese dei Soviet e Tintin in Congo, oggetto di controversie per le disciminazioni razziali e la violenza sugli animali, oltre a Tintin e l'Alph-Art, l'ultima storia inconclusa dell'autore[2].

La serie è stata realizzata in animazione tradizionale[3], ricorrendo al 3D esclusivamente per la scena del razzo lunare negli episodi Obiettivo Luna e Uomini sulla Luna. Lo stile del cartone animato è mantenuto costante a differenza dei disegni di Hergé che hanno cambiato stile nel corso degli anni.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata trasmessa per la prima volta tra il 1991 e il 1992 per un totale di 39 episodi divisi in tre stagioni in Canada, sui canali Global, Family Channel e su Radio-Canada in Québec con il titolo The Adventures of Tintin. L'edizione francese Les Aventures de Tintin è stata proposta in 18 puntate di 45 minuti (raggruppando in una puntata unica quelle divise in due) e tre episodi di 24 minuti. Trasmessa in prima serata a partire dal 5 maggio 1992 su France 3, la serie si è rivelata un grande successo, venendo riproposta nel corso degli anni sulle reti M6, France 5 e sulla stessa France 3. Il 27 e il 28 novembre 1992 gli episodi sono stati riproposti in una maratona televisiva integrale. Le riedizioni presentano una suddivisione in 39 episodi da 24 minuti.

Negli Stati Uniti la serie è stata mandata in onda da novembre 1992 sul canale HBO, con frequenti ritrasmissioni su Nickelodeon. I produttori speravano che la serie avrebbe contribuito ad accrescere la popolarità di Tintin in Nord America e in effetti la trasmissione del cartone incrementò le vendite del fumetto[4][5].

La trasmissione italiana, con il titolo Le avventure di Tin Tin è avvenuta per la prima volta su Rai 1 nel 1992 e riproposta all'interno del contenitore Solletico. Il doppiaggio è stato effettuato da S.A.S. Società Attori Sincronizzatori sotto la direzione di Rino Mencuccini. Dal 12 settembre 2011, a pochi mesi dall'uscita nelle sale del film Le avventure di Tintin - Il segreto dell'Unicorno di Peter Jackson e Steven Spielberg, la serie è stata riproposta in versione digitalizzata in 16:9 su Italia 1 con il titolo Le avventure di Tintin e un nuovo doppiaggio a cura della Logos di Milano e di Pino Pirovano[6].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano In onda
Canada Italia
1 Il granchio d'oro - prima parte 2 ottobre 1991 1992
Adattato da: Il granchio d'oro
Il reporter Tintin, amico degli agenti di polizia Dupont e Dupond, si ritrova coinvolto nel caso dell'annegamento di un uomo nelle cui tasche viene ritrovato un pezzo dell'etichetta di una lattina di polpa di granchio recante la scritta "Karaboudjan". Le ricerche di Tintin lo conducono alla nave Karaboudjan ancorata al porto, dove il reporter scopre una vasta scorta di lattine di polpa di granchio utilizzate per trafficare droga. Messo fuori gioco dai contrabbandieri, Tintin riesce a liberarsi grazie all'aiuto del suo cagnolino Milù. Cercando una via di fuga, Tintin si imbatte nel capitano Haddock, il burbero e ubriaco comandante della nave, e gli rivela dei traffici illeciti che stanno avvenendo a sua insaputa a bordo della nave, ottenendo infine la sua fiducia. I due lasciano la Karaboudjan a bordo di una scialuppa di salvataggio, ma vengono intercettati a poca distanza da un idrovolante dei contrabbandieri. Approfittando del suo amaraggio per controllare di aver eliminato i bersagli, Tintin, Milù e Haddock si appropriano del velivolo.
2 Il granchio d'oro - seconda parte 9 ottobre 1991 1992
Adattato da: Il granchio d'oro
Tintin avverte tramite radio la polizia sulla probabile destinazione della Karaboudjan, prima che il velivolo si schianti nel deserto; il reporter e Haddock iniziano quindi a percorrere a piedi le dune fino a svenire a causa del caldo e della sete. Vengono però salvati da una pattuglia di soldati e condotti al sicuro nel loro fortino. Ottenuti acqua e cammelli, i due proseguono verso la città più vicina, dove Haddock scopre essere ancorata la Karaboudjan sotto falso nome, mentre Tintin scorge Allan, il leader della banda di contrabbandieri. Seguendolo all'interno di un edificio, il reporter scopre il nascondiglio delle lattine di droga e, con l'aiuto di Haddock, mette in fuga Allan. Dopo un inseguimento in motoscafo, Tintin e Milù catturano infine Allan e lo assicurano alla giustizia, insieme al suo complice, il mercante arabo Omar ben Salaad.
3 Il segreto de Il Liocorno - prima parte 16 ottobre 1991 1992
Adattato da: Il segreto del Liocorno
Mentre Dupont e Dupond danno la caccia ad un borseggiatore seriale, Tintin acquista in una bancarella un modellino di una nave da regalare al capitano Haddock, suscitando il malcontento di altri due compratori interessati. Giunto a casa, Tintin mostra il modellino al capitano Haddock che, meravigliato, lo invita a casa sua per rivelargli che si tratta di una riproduzione de Il Liocorno, la nave del suo avo François de Hadoque. In loro assenza qualcuno si introduce nell'appartamento di Tintin e sottrae il modellino; tuttavia l'obiettivo del ladro, un foglietto nascosto nell'albero maestro del vascello, viene recuperato da Tintin dopo che era finito sotto al mobile. Il reporter scopre che anche il signor Sakharine, uno dei due uomini interessati al modellino, possiede un esemplare del vascello. intanto Haddock ritrova una copia del diario del suo avo e conferma all'amico che i modellini erano tre e che ognuno di essi contiene un indizio per recuperare il tesoro del pirata Rackham il Rosso, sconfitto in gioventù da François de Hadoque.
4 Il segreto del Liocorno - seconda parte 23 ottobre 1991 1992
Adattato da: Il segreto del Liocorno
Tintin e Haddock si recano dal signor Sakharine per confrontare i loro biglietti, ma al loro arrivo scoprono che lo studioso è stato tramortito e il suo veliero e biglietto rubati. Ripresosi, Sakharine rivela che il suo aggressore era l'altro signore interessato al modellino di Tintin. Questi si presenta a Tintin come Bernabei, ma prima che abbia il tempo di parlare col reporter viene raggiunto da alcuni colpi di pistola sparati da una macchina in corsa. In seguito Tintin viene rapito e condotto in una villa fuori città, dove i sequestratori gli intimano di consegnare i tre biglietti. Con astuzia Tintin riesce a contattare Haddock, il quale giunge sul posto insieme a Milù, Dupont e Dupond in tempo per fermare i rapitori. I due rivelano quindi di aver assoldato Bernabei per impadronirsi dei due biglietti mancanti, ma che, quando questi aveva minacciato di rivelare il loro piano per ottenere più soldi, avevano deciso di eliminarlo. I biglietti sottratti vengono infine recuperati dai detective a casa del borseggiatore seriale smascherato e Tintin e Haddock scoprono con gioia che conducono alla posizione del tesoro.

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Steve McKerrow, Tintin finds his way to America's HBO, The Baltimore Sun, 16 novembre 1991. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) Tin Tin (1991–1992) - Trivia, Internet Movie Database. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  3. ^ (EN) Popular Belgian comic-strip character 'Tintin' to get mega-boost on U.S. cable TV, The Baltimore Sun, 25 novembre 1994. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  4. ^ (EN) Peter C. T. Elsworth, Tintin Searches for a U.S. Audience, The New York Times, 24 dicembre 1991. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  5. ^ (EN) Popular Belgian comic-strip character 'Tintin' to get mega-boost on U.S. cable TV, The Baltimore Sun, 25 novembre 1994. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  6. ^ Antonio Genna, "Le avventure di Tin Tin" ("Tin Tin" / "Le avventure di Tintin"), Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'11 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]