Le sventure di Robin Hood

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Le avventure di Robin Hood)
Le sventure di Robin Hood
Robin Hood (Daffy Duck) e Fra Tuck (Porky Pig)
Robin Hood (Daffy Duck) e Fra Tuck (Porky Pig)
Titolo originale Robin Hood Daffy
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1958
Durata 6 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,37:1
Genere animazione, commedia
Regia Chuck Jones
Sceneggiatura Michael Maltese
Produttore John W. Burton
Casa di produzione Warner Bros.
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Animatori Ken Harris, Abe Levitow, Richard Thompson
Montaggio Treg Brown
Effetti speciali Harry Love
Musiche Milt Franklyn
Scenografia Maurice Noble
Sfondi Philip DeGuard
Doppiatori originali
Mel Blanc: Robin Hood (Daffy Duck), Fra Tuck (Porky Pig)
Doppiatori italiani

Doppiaggio originale

Primo ridoppiaggio (anni '80)

Secondo ridoppiaggio (1999)

Le sventure di Robin Hood (Robin Hood Daffy) è un film del 1958 diretto da Chuck Jones. È un cortometraggio animato della serie Merrie Melodies, prodotto dalla Warner Bros. e uscito negli Stati Uniti l'8 marzo 1958. Il film ha come protagonisti Daffy Duck nei panni del leggendario fuorilegge Robin Hood e Porky Pig in quelli di Fra Tuck. Fu l'ultimo cortometraggio cinematografico di Chuck Jones in cui apparve Porky Pig.

Nel 1979 il cortometraggio venne edito nel film compilation Super Bunny in orbita!. Viene anche menzionato nel corto Una TV troppo privata del 1966 e in un episodio de I favolosi Tiny intitolato "Chi ha rapito Bugs Bunny?".

In Italia, a partire dal 1999, il film è conosciuto anche col titolo Le avventure di Robin Hood, che viene letto dalla voce iniziale nel ridoppiaggio effettuato in quell'anno. Tuttavia, il primo titolo continua ad essere utilizzato in cover, menù e sottotitoli dei DVD, a prescindere dal doppiaggio presente in essi.

Il personaggio di Robin Hood Daffy appare nei videogiochi Bugs Bunny: Lost in Time (1999), Ralph il lupo all'attacco (2002) e Looney Tunes: Duck Amuck (2007).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Robin Hood (interpretato da Daffy) sta cantando, inciampa e cade giù per una collina e poi dentro un lago. Viene visto da Fra Tuck (interpretato da Porky), che ride fragorosamente della scena. Infastidito, Robin cerca di dimostrare la sua abilità con un bastone, ma si colpisce in faccia piegandosi il becco (in quella che diventerà una gag ricorrente per tutto il film). Imperterrito, Robin ci riprova, ma il frate lo ferma con un bastoncino di legno, così è il papero a girare e a finire poi nuovamente nel lago.

Dopo aver rinunciato a cercare di impressionare il frate, Robin cerca di andarsene, ma Fra Tuck lo segue e gli chiede se sa dove si trova il nascondiglio di Robin Hood, poiché vuole unirsi alla sua banda di allegri fuorilegge. Robin annuncia con orgoglio di essere Robin Hood, ma Fra Tuck non gli crede.

Al fine di dimostrare la sua identità, Robin informa Fra Tuck che tenterà di rapinare un ricco viandante e darà i suoi soldi a un povero mendicante. Robin fallisce miseramente in ogni tentativo che fa per fermare il viaggiatore, solitamente facendosi male nel processo, prima sparandosi dal suo arco, poi sbattendo in una serie di alberi durante il tentativo di oscillare su una corda (gridando ripetutamente "Mi lancio! All'assalto!" ogni volta). Dopo aver tagliato tutti gli alberi per eliminare gli ostacoli, Robin si lancia con la corda e va a sbattere su una roccia.

Alla fine il ricco viandante, ignaro dei tentativi sempre più disperati di Robin di derubarlo, raggiunge il suo castello illeso. Robin tenta di fermarlo al ponte levatoio, ma questo si abbassa e lo schiaccia. Il frustrato Robin Hood finalmente si arrende e decide di diventare un frate. Così, vestito da frate, dice a Fra Tuck: "Stringi la mano a Frate Duck!".

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il corto fu distribuito nei cinema italiani in lingua originale il 22 dicembre 1960 all'interno del programma Silvestro gatto maldestro. Quest'ultimo fu rieditato dalla Dear International il 4 dicembre 1973, doppiato in italiano. Il doppiaggio italiano d'epoca si prendeva alcune libertà nell'adattamento (ad esempio, Fra Tuck viene chiamato "Fra Porcello") e manteneva in inglese la canzone iniziale. Il corto fu poi ridoppiato negli anni ottanta dalla Effe Elle Due (con un adattamento ugualmente libero) e nel 1999 dalla Time Out Cin.ca (con un adattamento più fedele e traducendo la canzone in italiano).

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio è incluso, col primo doppiaggio, nella VHS Daffy Duck: 1.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio è incluso nel disco 3 di Looney Tunes Golden Collection: Volume 3 e ne Il tuo simpatico amico Porky Pig con il ridoppiaggio anni ottanta, mentre è incluso con quello del 1999 ne I tuoi amici a cartoni animati! - Daffy Duck e nel doppio DVD Il meglio di Warner Bros. - 50 Cartoons da collezione Looney Tunes.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]