Le allegre comari di Windsor (opera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le allegre comari di Windsor
Titolo originale Die lustigen Weiber von Windsor
Lingua originale tedesco
Genere Singspiel
Musica Otto Nicolai
Libretto Hermann Salomon Mosenthal
Fonti letterarie William Shakespeare
Atti tre
Prima rappr. 9 marzo 1849
Teatro Königliches Opernhaus zu Berlin
Personaggi
  • Sir John Falstaff (Basso)
  • Robin, paggio di Falstaff (Voce recitante)
  • Signor Fluth, cittadino di Windsor (Baritono)
  • Signor Reich, cittadino di Windsor (Basso)
  • Fenton (Tenore)
  • Junker Spärlich (Tenore)
  • Dr. Cajus (Basso)
  • Signora Fluth (Soprano
  • Signora Reich (Mezzosoprano)
  • Anna Reich (Soprano)
  • Oste della Locanda della Giarrettiera (Voce recitante)
  • Comeriere della Locanda della Giarrettiera (Voce recitante)
  • Primo cittadino (Tenore)
  • Secondo, terzo, quarto cittadino (Voci recitanti)
  • Due servi dei Fluth (Ruoli muti)

Le allegre comari di Windsor (in tedesco: Die lustigen Weiber von Windsor) è un Singspiel in tre atti di Otto Nicolai su libretto di Hermann Salomon Mosenthal tratta dalla commedia omonima di William Shakespeare.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La trama è simile a quella del Falstaff di Verdi su libretto di Arrigo Boito. A differenza dell'opera verdiana, nell'opera di Nicolai mancano Pistola e Bardolfo, ma c'è in più Slender (qui Spärlich). I personaggi hanno nomi tedeschi.

Fortuna[modifica | modifica sorgente]

La prima rappresentazione di Die lustigen Weiber von Windsor avvenne al Königliches Opernhaus (Teatro Reale dell'Opera) di Berlino il 9 marzo 1849 con la direzione dell'autore. Gli interpreti furono:

Ruolo Voce Cast del 9 marzo 1849
Frau Fluth (Alice Ford) soprano Leopoldine Tuczek
Frau Reich (Meg Page) mezzosoprano Pauline Marx
Sir John Falstaff basso August Zschiesche
Fenton tenore Julius Pfister
Herr Fluth (Ford) baritono Julius Krause
Anna Reich (Anne Page) soprano Louise Köster
Herr Reich (Page) basso August Mickler
Spärlich (Slender) tenore Eduard Mantius
Dr. Cajus basso A. Lieder
Uomini e donne di Windsor, elfi, spiritelli, insetti, coro

Fu l'ultima e più fortunata opera di Otto Nicolai e, sui palcoscenici dei paesi di lingua tedesca, superò in popolarità addirittura il Falstaff di Verdi[1]. Negli altri paesi viene rappresentata di solito in concerto l'Ouverture. Fra le arie più popolari:

  • "Horch, die Lerche singt im Hain" (Fenton)
  • "Als Büblein klein an der Mutter Brust" (Falstaff)
  • "Nun eilt Herbei" (Frau Fluth)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dizionario dell'opera lirica di Rosenthal e John Warrack, Op. cit., p. 16

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica classica