Le National

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le National
Stato Francia Francia
Periodicità Quotidiano
Genere Stampa nazionale
Fondatore Adolphe Thiers
Armand Carrel
François-Auguste Mignet
Auguste Sautelet
Fondazione 1830
Editore Auguste Sautelet
 

Le National è stato un quotidiano francese fondato nel 1830 da Adolphe Thiers, Armand Carrel, François-Auguste Mignet e dal libraio editore Auguste Sautelet che ne sarà il primo direttore, per combattere la Seconda Restaurazione.

Il nuovo giornale, il cui primo numero uscì il 3 gennaio 1830, beneficiava del sostegno finanziario del banchiere Jacques Laffitte e del patrocinio di Talleyrand e del duca di Broglie. Si sosteneva che il duca d'Orléans avesse concesso il suo appoggio politico, ma sembra poco probabile che si sia direttamente compromesso: in ogni caso niente lo attesta.

Il titolo rimanda al motto del 1789: «la Nazione, la Legge, il Re», il cui ordine non ha naturalmente nulla di innocente. Il giornale militava per l'instaurazione di un regime parlamentare sotto forma di una monarchia costituzionale e contestava l'interpretazione data da Carlo X della Carta del 1814 attaccando con frasi molte delle quali sono rimaste famose:

« Nella monarchia rappresentativa, la maggioranza deve prevalere contro un ministero»
« La monarchia sceglie i ministri, [...] ma la maggioranza della Camera li rovescia. »
« Il re regna e non governa»

Fu nella sede de Le National che si riunirono i giornalisti per firmare la protesta del 1830 contro le Ordinanze di Luglio che sospendevano la libertà di stampa, premessa della Rivoluzione del 1830, detta dei Trois Glorieuses.

Le National continuò a fungere da tribuna e pubblicherà l'appello di Armand Marrast che invitava i parigini a manifestare il 22 febbraio 1848, in seguito al divieto da parte del Prefetto di Parigi di una riunione pubblica, e centinaia di studenti si raccolsero in piazza del Pantheon, quindi si recarono alla Madeleine dove si unirono agli operai. La Rivoluzione del 1848 si mise in marcia.