Il professor Layton e l'eredità degli Aslant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il professor Layton e l'eredità degli Aslant
Layton6.png
Scena del gioco
Titolo originale レイトン教授と超文明Aの遺産
Sviluppo Level-5
Pubblicazione GiapponeLevel-5,
MondoNintendo
Serie Professor Layton
Data di pubblicazione Giappone 28 febbraio 2013
Flags of Canada and the United States.svg 28 marzo 2014
Flag of Europe.svg 8 novembre 2013
Australia 9 novembre 2013
Genere Avventura grafica, Rompicapo
Tema avventura,logica
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Nintendo 3DS
Fascia di età CERO: A
ESRB: E
OFLC: PG
GRB: ALL
PEGI: 7
Preceduto da Il professor Layton e la maschera dei miracoli

Il professor Layton e l'eredità degli Aslant (レイトン教授と超文明Aの遺産 Reiton kyōju to chō-bunmei A no isan?, lett. "Il professor Layton e l'eredità della super civiltà A") è l'ultimo gioco uscito della serie del professor Layton. È stato pubblicato per Nintendo 3DS in Giappone il 28 febbraio 2013[1] ed è l'unico gioco della serie ad essere anche per Nintendo 2DS. L'autore ha dichiarato che si tratta dell'ultimo videogioco della serie. Il gioco si colloca cronologicamente dopo gli eventi de Il professor Layton e la maschera dei miracoli. Con quest'ultimo gioco si conclude quindi la trilogia prequel della serie. Il titolo è stato pubblicato in Europa l'8 novembre 2013[2] e in USA verrà pubblicato nel 2014[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre i ricordi di Montedore si fanno sempre più sfumati, il professor Layton riceve una lettera da un collega archeologo, il professor Desmond Sycamore. Nella lettera, Sycamore afferma di aver scoperto una "mummia vivente" e propone a Layton di andare a vedere con i suoi occhi. Incuriosito, il professore raggiunge, insieme a Luke ed Emmy, la città di Frøstborg per indagare...

All'arrivo del gruppo, si scopre la verità: la mummia vivente è in realtà una persona vera, intrappolata nel ghiaccio!

Layton agisce rapidamente per liberarla, e ben presto scopre che si tratta di Aurora, ultima discendente di una civiltà a lungo ritenuta perduta: gli Aslant. Ma Aurora viene portata via subito dopo essere stata liberata, rapita da un'organizzazione segreta nota con il nome di Targent!

Inizia così la caccia all'eredità degli Aslant che condurrà Layton, Luke, Sycamore e gli altri in diverse località della Terra:

Karpograd[modifica | modifica wikitesto]

è il primo paese ad essere visitato subito dopo Frøstborg. È un paese situato sulle rive di un lago la cui economia è basata sulla pesca. Questo luogo è tristemente noto per i frequenti incidenti aerei, nonché per le migliaia di rottami di aeromobili che giacciono nel lago. Layton e gli altri sono qui alla ricerca di Aurora, fuggita dalla Targent, mentre il paese viene setacciato dagli stessi criminali. Layton riesce a raggiungere Aurora proprio mentre questa attiva un'altra rovina Aslant, la Cupola, dove, risolvendo un enigma, viene indicata l'ubicazione delle Uova degli Aslant. Individuate le Uova Layton, Aurora e gli altri raggiungono, di nascosto, l'aeronave Bostonius e lasciano il paese senza farsi scoprire dalla Targent.

Londra[modifica | modifica wikitesto]

Disponibile subito dopo la fuga da Karpograd. La capitale del Regno Unito diventa tappa obbligatoria per permettere a Layton e Sycamore di svolgere ricerche più approfondite sulla civiltà Aslant, nonché effettuare le spese necessarie per affrontare il viaggio intorno al mondo. Durante la sosta, i nostri si adopereranno per cambiare i vestiti di Aurora, facilmente riconoscibile con gli abiti Aslant. Inoltre, si incontreranno diversi personaggi apparsi nei due episodi precedenti, quali Clark Triton, Brenda Triton, Roland e Lucille Layton e la signorina Hannah. All'aeroscalo si incontrerà l'ispettore Chelmey.

In seguito, Layton dovrà indagare sui misteriosi furti al Museo di Londra di reperti Aslant. Le indagini si concludono con l'arresto della talpa della Targent all'interno di Scotland Yard: l'ispettore Leonard Bloom.

Concluse le indagini, i nostri ripartono sul Bostonius alla ricerca delle Uova degli Aslant.

Phun-Gi

Questo villaggio, situato nella foresta equatoriale, è abitata da esseri umani la cui acconciatura ricorda le teste dei funghi. Layton atterrerà qui mentre gli indigeni stanno tenendo da giorni un concorso di barzellette e smorfie utile per far tornare il sorriso al loro capo, Morchel. Dopo aver tentato in tutti i modi (anche con le freddure del professor Sycamore) di far ridere l'anziano indigeno, Layton e gli altri parlano con la moglie per cercare di comprendere il malessere del capovillaggio. Scoperto la causa del malessere, i nostri costruiscono una maschera speciale che guarisce il capovillaggio e lui, in segno di riconoscenza, consegna a Layton il suo medaglione contenente una delle Uova degli Aslant.

San Huevo

Bellissima isola tropicale la cui economia è principalmente basata sul turismo. Atterrati sull'isola, i nostri entrano nel mercato di San Huevo alla ricerca dell'Uovo ma trovano diversi simili, tutti di colore diverso, che gli abitanti del luogo chiamano popono. Parlando con Bud, il proprietario di un ristorante, i nostri vengono a conoscenza che popono originale (l'Uovo degli Aslant) viene passato di mano in mano secondo tre regole. Ricostruita la catena del gioco, Layton individua l'ultimo possessore dell'Uovo che, smascherato, rivela di voler passare l'Uovo ad Aurora per augurarle tanta felicità. Così i nostri ricevono l'Uovo e ripartono dall'isola.

El Lobo

Villaggio western nel bel mezzo del deserto.

Eolyand

Oniribad

Il Nido

Frøstborg

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Professor Layton and the Ruins of an Advanced Civilization dated for Japan
  2. ^ Pubblicazione EU
  3. ^ Pubblicazione USA

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]