Laxdœla saga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mappa del luogo d'ambientazione della Laxdœla saga, da una traduzione inglese

La Laxdœla saga, o Laxdæla saga (che in italiano significa Saga dei valligiani di Laxárdalr), è la saga che tratta del clan di Laxárdalr. È una delle più importanti saghe degli Islandesi, scritta in origine in islandese medievale (un dialetto dell'antico norreno); probabilmente è stata scritta nell'Islanda occidentale intorno al 1245. La saga è importante perché in essa viene nominato il primo membro conosciuto della guardia variaga: l'islandese Bolli Bollason, secondogenito della protagonista. Il suo autore è sconosciuto.

Il personaggio principale è Guðrún Ósvífursdóttir, donna famosa per la sua bellezza, che fu corteggiata dai due fratellastri Kjartan Ólafsson e Bolli Þorleiksson. Guðrún preferiva Kjartan, ma si diede a Bolli a causa di una falsa voce sul fidanzamento di Kjartan ed Ingibjörg, sorella del re di Norvegia Óláfr Tryggvason; i due fratellastri fecero uno scontro che risultò nella morte di Kjartan per mano di Bolli e nella morte di Bolli per mano dei parenti di Kjartan.

La saga ha un alto valore riguardo alla sua qualità letteraria, alla coerenza della vicenda e alla descrizione dei personaggi. Tuttavia la sua accuratezza storica è stata criticata: probabilmente ci sono eventi reali dietro la saga, ma il loro ordine è stato rielaborato e sono presenti anacronismi nei vestiti e nelle armature.

Un'aggiunta posteriore, dell'inizio del XIV secolo, è il Bollaþáttr (in italiano Þáttr di Bolli), che conclude la saga nei manoscritti pervenutici.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Laxdœla saga: la saga della gente della valle del fiume del salmone, G. Sigurðardóttir (introduzione e note), J. Kristjánsson (prefazione), Milano, 1995.
  • Nordisk familjebok (Uggleupplagan, 1904-1926).
  • Laxdœla saga in Íslenzk Fornrít (volume V), Einar Ólafur Sveinsson (editore), Reykjavík, 1934.
  • The Laxdale Saga, A. Margaret Arent (traduttrice inglese), University of Washington Press, 1964.
  • Laxdæla saga, Magnus Magnusson e Hermann Pálsson (traduttori), Penguin Classics, Londra, 1969.
  • I miti nordici, Gianna Chiesa Isnardi, Longanesi, Milano, 1991, ISBN 88-304-1031-4.
  • The Lovers of Gudrun (tragedia islandese in 5 atti basata sulla Laxdœla saga), Frank Laurence Lucas, 1935 (prima allo Stockport Garrick, novembre 1938).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]