Lawrence Alma-Tadema

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fotografia di Alma-Tadema

Sir Lawrence Alma-Tadema (Leeuwarden, 8 gennaio 1836Wiesbaden, 25 giugno 1912) è stato un pittore olandese naturalizzato britannico.

Artista dell'epoca del decadentismo, è conosciuto per i suoi ritratti di scene di vita nell'antichità (particolarmente quelle ambientate all'epoca pompeiana), sempre caratterizzate da romantico languore e raffinata indolenza, oltre che permeati da ricorrenti motivi floreali.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato nel piccolo villaggio di Dronrijp, vicino a Leeuwarden (Frisia), con il nome di Laurens Alma Tadema, Lawrence era figlio del notaio Pieter che morì quando lui aveva quattro anni. Sua madre, la seconda moglie di Pieter, si trovò a dover mantenere una famiglia molto numerosa ed avviò immediatamente Lawrence alla professione del padre, ma al manifestarsi del suo grande talento artistico Lawrence venne mandato ad Anversa.

Alma-Tadema ottenne la nazionalità britannica nel 1873 e venne nominato cavaliere in occasione dell'ottantunesimo compleanno della Regina Vittoria, nel 1899. Divenne membro della Royal Academy nel 1876 ed assunse una cattedra nel 1879. Nel 1907 venne incluso nel cosiddetto Order of Merit. Divenne anche cavaliere al merito in Germania, in Belgio, in Baviera, in Prussia e ufficiale della legion d'onore in Francia, oltre che membro della Royal Academy di Monaco, Berlino, Madrid e Vienna. Ricevette medaglie a Berlino nel 1874, a Parigi nel 1889 e nel 1900 in occasione dell'esibizione internazionale e divenne membro della Royal Society of Watercolors.

Durante tutta la vita, Alma-Tadema di distinse per il suo amore per lo sport e la sua condotta di gentiluomo, amante del vino, delle donne e delle feste. Lo scrittore olandese Louis Couperus, autore di scritti sulla vita dell'antica Roma, rimase scioccato dal comportamento pacato e borghese dell'artista, al punto da registrare la propria delusione nei suoi scritti.

Si sposò nel 1863 con Marie-Pauline Gressin de Boisgirard, che fu anche la modella per il dipinto Nel peristilio del 1868. Visse a Bruxelles fino alla morte della moglie, nel 1869, lasciandolo solo con le due figlie Laurence e Anna. La prima sarebbe diventata una scrittrice e la seconda una pittrice. Nel 1871, Alma-Tadema sposò Laura Epps, nobildonna inglese di famiglia benestante, e anch'ella posò per numerosi dipinti tra cui il famoso Le donne di Amphissa (1887).

Studi e avvio della carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1852, Alma-Tadema entrò a far parte dell'accademia e divenne allievo di Egide Charles Gustave Wappers: presto divenne apprendista all'atelier di Jan August Hendrik Leys, insieme al quale realizzò alcuni affreschi nel 1859.

Opere giovanili[modifica | modifica sorgente]

Il primo successo di Alma-Tadema fu un dipinto esposto ad Anversa nel 1861 dal titolo L'educazione dei figli di Clove, raffigurante i tre figli di Clove e Clotilde mentre si dedicano ad affilare un'ascia sotto gli occhi della madre. L'opera faceva parte di un ciclo dedicato a soggetti merovingi, tra cui è particolarmente pregevole la Fredegonda del 1878 in cui la moglie ripudiata sta osservando, da dietro una tenda, il matrimonio di Cilperico I con Galeswintha. Questi primi dipinti sono i più carichi di romanticismo ed intensità emotiva: l'apice di questa intensità è Fredegonda sul letto di morte di Praetextatus in cui il vescovo, fatto assassinare per ordine della regina, la maledice in punto di morte.

La prima personale di Alma-Tadema si tenne nel 1882 alla Grosvenor Gallery di Londra e si può dire che vi fossero contenuti esempi di tutto il suo primo periodo, dall'Autoritratto del 1852 e Il patto del 1860.

Opere mature[modifica | modifica sorgente]

Rivali inconsce (1893)

Le opere realizzate dopo il 1850 appartengono quasi interamente alla corrente di gusto definita decadentista e rappresentano scene di vita nell'antichità, sono caratterizzate da una particolare luce, dall'atmosfera indolente e da soggetti preferibilmente femminili.

La prima di queste serie, dipinta nel 1863, ha come soggetto scene di vita nell'antico Egitto. La Morte dei primogeniti, dipinto nel 1873, è il primo e più intenso. Le altre opere di questo ciclo sono Un egiziano sulla porta di casa (1865), La mummia (1867), Il ciambellano di Sesostris (1869), Vedova (1873) e Giuseppe, supervisore dei granai del faraone (1874). Alma-Tadema si documentò a lungo per realizzare queste scene, ma i soggetti che lo impegnarono maggiormente in questo senso furono quelli cui dedicò i cicli successivi, ovvero le scene di vita nell'antica Grecia e nell'antica Roma.

Tra le sue più note opere giovanili, scene di ambientazione classica sono Tarquinio il superbo (1867), Fidia ed il suo marmo (1868), La danza di Pirro (1868) e Il negozio di vino (1869). L'opera raffigurante Fidia, in particolare, è la prima di una lunga serie che ritrae l'attività artistica dei tempi antichi: altre opere con lo stesso tema saranno Adriano in Inghilterra, La galleria di scultura e La galleria di quadri.

Autoritratto

Nel 1869 inviò da Bruxelles alla Royal Academy due dipinti con titoli in francese: Un Amateur romain e Une Danse pyrrhique, seguiti da altre tre opere tra cui Un Jongleur (1870). Gli anni '60 furono un periodo denso di riconoscimenti: oltre alla sua attività in Belgio e Olanda, vince il Salon del 1864 e l'Esposizione universale del 1867 a Parigi. Dopo il suo arrivo in Inghilterra, la carriera di Alma-Tadema fu un continuo successo. Tra i dipinti più noti del suo periodo a Londra, il più interessante è forse L'udienza di Agrippa (1876) in cui si vede l'imperatore che riceve doni dai suoi ospiti. Altre opere realizzate in Inghilterra sono:

Nel 1899 partecipò alla III Esposizione internazionale d'arte di Venezia.

Opere tarde[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte dei suoi dipinti tardivi fu realizzata su piccole tele, come Il pesce rosso del 1900.

In queste opere, il tema floreale è preponderante su tutti gli altri ed il livello di dettaglio porta all'esasperazione un'attenzione già manifestata nelle opere a soggetto storico. La luce è caratterizzata da una forte attenzione alla resa realistica dei materiali, tra cui i metalli ed il marmo sono i favoriti.

Elenco delle opere[modifica | modifica sorgente]

Le opere contrassegnate con (*) sono presenti in immagine in questa voce, sia nel testo che nella sottostante Galleria. La cifra romana tra parentesi quadre è il numero dell'opera assegnato dallo stesso artista, riscontrabile sulle sue opere accanto alla firma.

  • L'abitudine preferita (A Favourite Custom, 1909); (*)
  • Adriano in visita ad un ceramista gallo-romano (Hadrian Visiting A Romano-British Pottery, 1884);
  • Agrippina con le ceneri di Germanico (Agrippina With The Ashes Of Germanicus, 1866);
  • Un altare sulla via (A Street Altar, 1883); [CCLVI]
  • Al tempo di Costantino (In The Time Of Constantine, 1878);
  • Un amante dell'arte romana (A Roman Art Lover, 1870);
  • Animali nell'acqua (Water Pets, 1875);
  • Antonio e Cleopatra (Antony And Cleopatra, 1883); (*)
  • L'architetto del Colosseo (1875); [CXLVIII]
  • Architettura nell'Antica Roma (Architecture In Ancient Rome, 1877);
  • Ascoltatore (A Listener, 1899);
  • Aspettative (Expectations, 1885);
  • L'assaggiatore di vini romano (The Roman Wine Tasters, 1861);
  • L'attraversamento del Berizina (The Crossing Of The River Berizina, 1859);
  • Autoritratto (Self Portrait, 1852);
  • Autoritratto (Self Portrait, 1896); [CCCXLI] (*)
  • Autunno (Autumn, 1877);
  • Ave, Cesare! Io, Saturnalia! (Ave, Caesar! Io, Saturnalia!, 1880);
  • Baccanale (Bacchanale, 1871);
  • Un bacio (A Kiss, 1891);
  • Il bacio d'addio (The Parting Kiss, 1882);
  • I bagni di Caracalla (The Baths Of Caracalla, 1899); (*)
  • Il bagno (A Bath, 1876);
  • In barca (Boating, 1868);
  • Un benvenuto silenzioso (A Silent Greeting, 1889);
  • Carcalla (id., 1902);
  • Caracalla e Geta (Caracalla And Geta, 1909); (*)
  • Catullo presso Lesbia (Catullus At Lesbia's, 1865);
  • Il ceramista romano (The Roman Potter, 1884);
  • Chi è? (Who Is It?, 1884);
  • Ciliegie (Cherries, 1873);
  • La cognizione del successo (titolo convenzionale per A Coign Of Vantage, 1895); [CCCXXV ?] (*)
  • Una collezione di dipinti al tempo di Augusto (A Collection of Pictures At The Time Of Augustus, 1867);
  • Il colosseo (The Colosseum, 1896);
  • Confidenze (Confidences, 1869);
  • Confidenze sgradite (Unwelcome Confidences, 1902);
  • La corte (Courtship);
  • Corte: la proposta (Courtship - The Proposal, 1892);
  • Corte vana (Vain Courtship, 1900);
  • Consacrazione a Bacco (A Dedication To Bacchus, 1889); [CCXCIII]
  • La conversione di Paola da parte di San Gerolamo (The Conversion Of Paula By Saint Jerome, 1898);
  • Danza Pirrica (A Pyrrhic Dance, 1869);
  • Da un assente (From An Absent One, 1871);
  • La dichiarazione (A Declaration, 1883);
  • Dipinto vascolare (Pottery Painting, 1871);
  • Divergenza d'opinioni (A Difference Of Opinion, 1896); [CCCXXXIX ?]
  • Dolce Far Niente (id., 1882);
  • Una domanda (1877); [CLXXXV]
  • Donna greca (A Greek Woman, 1869);
  • Le donne di Amfissa (The Women Of Amphissa, 1887); (*)
  • Donne gallo-romane (Gallo-Roman Women, 1865);
  • Dopo l'udienza (After The Audience, 1879);
  • L'educazione dei figli di Clove (The Education Of The Children Of Clovis, 1861);
  • Entrata al teatro romano (Entrance To A Roman Theatre, 1866);
  • Ero (Hero, 1898);
  • Esedra (An Exedra, 1869);
  • Un'esedra, (1871; [LXVIII ?]
  • Faust e Margherita (Faust And Marguerite, 1857);
  • Festa della mietitura (A Harvest Festival, 1880);
  • Fidia che mostra il fregio del Partenone ai suoi amici (Phidias Showing The Frieze Of The Parthenon To His Friends, 1868); (*)
  • Fiori di primavera (Spring Flowers);
  • Flora, (id., 1877); [CLXXXI ?]
  • Il frigidarium (The Frigidarium, 1890); (*)
  • Galleria di dipinti (A Picture Gallery, 1866);
  • La galleria di pittura (The Picture Gallery, 1874); [CXXVI]
  • Galleria di scultura (A Sculpture Gallery, 1867);
  • La galleria di statue (The Sculpture Gallery, 1874); [CXXV]
  • Giocatori di scacchi egiziani (Egyptian Chess Players, 1865); (*)
  • Giuseppe, supervisore dei granai del faraone (Joseph, Overseer Of The Pharoah's Granaries, 1874);
  • Un imperatore romano nel 41 d.C. (A Roman Emperor AD 41, 1871); (*)
  • Interno della casa di Gaio Marzio (Interior Of Caius Martius's House, 1901);
  • Interno della chiesa di San Clemente a Roma (Interior Of The Church Of San Clemente, Rome, 1863);
  • Interrotti (Interrupted, 1880);
  • John Parsons Millet (id., 1889);
  • Lesbia piangente su un rapace (Lesbia Weeping Over A Sparrow, 1866);
  • Una lettura da Omero (A Reading From Homer, 1885); [CCLXVII]
  • La luna di miele (The Honeymoon, 1868);
  • Maria Maddalena (Maria Magdalena, 1854);
  • Il massacro dei monaci di Tamond (The Massacre Of The Monks Of Tamond, 1855);
  • Maurice Sens (id., 1896);
  • Menadi esauste dopo la danza (Exhausted Maenides After The Dance, 1873-1874);
  • Il mercato di fiori (The Flower Market, 1868);
  • Il mio studio (My Studio, 1867);
  • Nel mio studio (In My Studio, 1893);
  • Miss Alice Lewis (id., 1884);
  • Missile d'amore (1909); [CCCXC]
  • La modella dello scultore (A Sculptor's Model, 1877);
  • Un mondo tutto loro (A World Of Their Own, 1905);
  • Morte del figlio primogenito del faraone (Death Of The Pharoah's Firstborn Son, 1872); (*)
  • La morte di Ippolito (The Death Of Hippolytus, 1860); (*)
  • Mrs Frank D. Millet (id., 1886);
  • Mrs George Lewis e sua figlia Elizabeth (Mrs George Lewis And Her Daughter Elizabeth, 1899);
  • Non a casa (Not At Home, 1879);
  • Non chiedermi di più (Ask Me No More, 1906);
  • Offerta votiva (A Votive Offering, 1873);
  • L'oleandro (An Oleander, 1882);
  • Ora dorata (Golden Hour, 1897);
  • Pandora (id., 1881);
  • Paradiso terrestre (An Earthly Paradise, 1891);
  • Paragoni (Comparisons, 1892); [CCCXVI]
  • Nel peristilio (In The Peristyle, 1866);
  • Poesia (Poetry, 1879);
  • Il poeta preferito (The Favourite Poet, 1888); (*)
  • I preferiti d'argento (Silver Favourites, 1903); [CCCLXXIV] (*)
  • Preparazioni per la festa (Preparations For The Festivities, 1866);
  • Un prezzo per il corpo dell'artista (A Prize For The Artists' Corp);
  • Primavera (Spring, 1894); (*)
  • Primavera nel giardino di Villa Borghese (Collezione privata 1895)
  • Processione verso il tempio (1882); [CCXXXIX oppure CCXXXIV ?]
  • La proclamazione di Claudio a imperatore (Proclaiming Claudius Emperor, 1867); (*)
  • Promesse di primavera (Promises Of Spring, 1890); [CCCIII]
  • Prosa (Prose, 1879);
  • Quando i fiori ritornano (When Flowers Return, 1911);
  • Ragazza con fiori (Young Girl With Roses, 1911);
  • Riposo (Resting, 1882);
  • Ritratto di Aime-Jules Dalou, di sua moglie e di sua figlia (Portrait Of Aime-Jules Dalou, His Wife And Daughter, 1876);
  • Ritratto di Anna Alma-Tadema (Portrait Of Anna Alma-Tadema, 1883);
  • Ritratto del cantante George Henschel (Portrait Of The Singer George Henschel, 1879);
  • Ritratto di donna (Portrait Of A Woman, 1902);
  • Ritratto di Ignazio Han Paderewski (Portrait Of Ignacy Jan Paderewski, 1891);
  • Ritratto di Laura Theresa Epps (Portrait Of Miss Laura Theresa Epps);
  • Ritratto della signora Charles Wyllie (Portrait Of Mrs Charles Wyllie);
  • Il ritrovamento di Mosè (The Finding Of Moses, 1904); (*)
  • Rivali inconscie (Unconscious Rivals, 1893); (*)
  • Le rose di Eliogabalo (The Roses Of Heliogabalus, 1888); (*)
  • Saffo e Alceo (Sappho And Alcaeus, 1881); (*)
  • La sala del parto (A Birth Chamber, 1868);
  • La scala (1870);
  • Scena familiare (A Family Group, 1896);
  • Scriba romano mentre compila i dispacci (A Roman Scribe Writing Dispatches);
  • Scultori nell'antica Roma (Sculptors In Ancient Rome, 1877);
  • Sempre benvenuto (Always Welcome, 1887);
  • La siesta (The Siesta, 1868);
  • Sincero benvenuto (A Hearty Welcome, 1878);
  • Il soldato di Maratona (The Soldier Of Marathon, 1865);
  • Speranzosa (Hopeful, 1909);
  • La strada per il tempio (The Way To The Temple, 1882);
  • Strigili e spugne (Strigil and sponges, 1879); (*)
  • Sulla via per il tempio di Cerere (On The Road To The Temple Of Ceres, 1879);
  • Tarquinio il superbo (Tarquinius Superbus, 1867);
  • I tempi andati nell'antico Egitto, 3.000 anni fa (Pastimes In Ancient Egypt, 3,000 Years Ago, 1863);
  • Nel tempio (In The Temple, 1871);
  • Nel tepidarium (In The Tepidarium, 1881); [CCXXIX] (*)
  • Tibullo nella casa di Delia (Tibullus At Delia's, 1866); (*)
  • Timida (Shy, 1883);
  • Tra speranza e paura (Between Hope And Fear, 1876);
  • Tra Venere e Bacco (Between Venus And Bacchus, 1882);
  • Il trionfo di Tito (The Triumph Of Titus, 1885); (*)
  • Tu rosa di tutte le rose (Thou Rose Of All The Roses, 1883);
  • Un'udienza da Agrippa (An Audience at Agrippa's); (*)
  • Il vasaio anglo-romano (1884); [CCLXI-C]
  • La vedova egizia; (*)
  • Venanzio Fortunato legge i suoi poemi a Radegonda VI (Venantius Fortunatus Reading His Poems To Radegonda VI, 1862); (*)
  • Vino greco (1873; [CXV]
  • La voce della primavera (The Voice Of Spring, 1910);
  • Her eyes are with her thoughts and they are far away, 1897)

Influenze successive[modifica | modifica sorgente]

Le meticolose ricerche archeologiche di Alma-Tadema e, soprattutto, il suo gusto nel reinterpretare l'architettura romana hanno affascinato numerosi autori successivi, tra cui preraffaelliti e pittori vittoriani.

L'influenza di Alma-Tadema si è protratta fino ai giorni nostri, affascinando anche numerosi registi di Hollywood. Tra questi, David Wark Griffith (Intolerance, 1916) e Cecil B. DeMille (I dieci comandamenti, 1956), oltre a Ridley Scott (Il gladiatore, 2000).

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine al Merito del Regno Unito
— 30 giugno 1905
Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Leopoldo

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Ritratti[modifica | modifica sorgente]

Egitto[modifica | modifica sorgente]

Grecia[modifica | modifica sorgente]

Roma[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Vita quotidiana[modifica | modifica sorgente]

Mitologia[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 68986036 LCCN: n79060123