Laurisilva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 32°46′N 17°00′W / 32.766667°N 17°W32.766667; -17

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Laurisilva di Madeira
(EN) Laurisilva of Madeira
Gomera.jpg
Tipo Naturali
Criterio (ix) (x)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1999
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda
Laurisilva nell'isola di La Palma

Laurisilva o laurissilva ("foresta di lauri") è una foresta di lauri endemica di clima umido subtropicale che occupa un arcipelago di isole della Macaronesia nel nord dell'oceano Atlantico, chiamate Madera, le Azzorre e le Canarie. Sono una preziosa reliquia delle foreste plioceniche subtropicali.

Le foreste sono composte da lauri sempreverdi che raggiungono i 40 metri di altezza. Molte specie sono endemiche dell'isola, ed ospita un ricco biota di sottobosco, invertebrati, uccelli e pipistrelli.

In precedenza la Laurisilva copriva buona parte delle Azzorre e di Madera, oltre a parte delle Canarie occidentali, ma vennero ridotte in seguito al disboscamento, allo sviluppo dell'agricoltura e del pascolo, ed all'invasione di specie native di altre regioni. La parte più grande dell'attuale laurisilva si trova a Madera, dove si spande su un'altitudine che va dai 300 ai 1400 metri d'altezza sul versante settentrionale, coprendo 149,5 km². Nelle Canarie restano circa 60 km² di foresta su Tenerife, oltre 20 km² nel parco nazionale di Garajonay su La Gomera, ed altre aree minori su La Palma e la Gran Canaria. Nelle Azzorre si trovano piccoli appezzamenti sull'isola di Pico, a Terceira e sull'isola di São Miguel.

La foresta di Madera è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1999. La foresta è composta in buona parte da lauracee, tra cui Til (Ocotea foetens), Loureiro (Laurus novocanariensis), Vinhático (Persea indica) ed il Barbosano (Apollonias barbujana); altre specie includono l'Aderno (Heberdenia excelsa), Pau Branco (Picconia excelsa), il Mocanos (Visnea mocanera), il Pittosporum coriaceum, il Sanguinho (Rhamnus glandulosa), il Folhado (Clethra arborea) ed il Perado (Ilex perado). Le foreste ospitano un ricco sottobosco formato da crittogame e piante erbacee, tra cui Sonchus spp., Argyranthemum spp., Geranium spp. (G. maderense, G. palmatum e G. rubescens) e l'orchidea endemica Goodyera macrophylla.

Le foreste della Macaronesia sono resti di una vegetazione che originariamente copriva buona parte del bacino del Mediterraneo, quando il clima della regione era più umido. Quando iniziò a ritirarsi il mar Mediterraneo durante il pliocene, le foreste regredirono, rimpiazzate da vegetazione più resistente alla siccità. La laurisilva rimasta attorno al Mediterraneo scomparve circa 10 000 anni fa, verso la fine del pleistocene, nonostante ne esista ancora qualche esempio nelle zone montuose della Spagna meridionale, nel centro-nord del Portogallo e nel nord del Marocco. Due varietà di lauri (alloro e agrifoglio) rimangono molto comuni nella parte meridionale dell'Europa. La posizione della Macaronesia permette di mitigare le fluttuazioni climatiche, mantenendo l'umidità ed un clima temperato che permette alle foreste di sopravvivere anche oggi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità