Laurent Monsengwo Pasinya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laurent Monsengwo Pasinya
cardinale di Santa Romana Chiesa
Procession of the Precious Blood of Jesus Christ-Bruges; Eretribune 2.JPG
L'allora vescovo Pasinya con il governatore delle Fiandre Occidentali Paul Breyne.
Coat of arms of Laurent Monsengwo Pasinya.svg
In fide veritatis
Titolo Cardinale presbitero di Santa Maria "Regina Pacis" in Ostia mare
Incarichi attuali Arcivescovo di Kinshasa
Nato 7 ottobre 1939 a Mongobele
Ordinato presbitero 21 dicembre 1963 dal cardinale Grégoire-Pierre XV Agagianian
Consacrato vescovo 4 maggio 1980 da papa Giovanni Paolo II
Elevato arcivescovo 1º settembre 1988
Creato cardinale 20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI

Laurent Monsengwo Pasinya (Mongobele, 7 ottobre 1939) è un cardinale e arcivescovo cattolico della Repubblica Democratica del Congo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale il 21 dicembre 1963.

Dopo gli studi e dopo aver prestato servizio come sacerdote nel suo Paese, ha ricevuto la nomina vescovile da parte di papa Giovanni Paolo II, che lo nominò il 13 febbraio 1980 vescovo ausiliare di Inongo e vescovo titolare di Acque Nuove di Proconsolare.

Ha poi ricevuto la consacrazione episcopale il 4 maggio dello stesso anno dal Pontefice.

Dopo poco più di un anno, il 7 aprile 1981, papa Wojtyła lo ha nominato vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Kisangani.

Nel 1984 è stato eletto dai vescovi della sua Nazione presidente della Conferenza Episcopale Congolese, ruolo insolito per un ausiliare, e lo è rimasto fino al 1992.

Dal 1º settembre 1988 è stato arcivescovo di Kisangani. Durante il periodo in cui ha retto tale arcidiocesi ha ricoperto l'importante e prestigioso ruolo di presidente del Simposio delle Conferenze Episcopali dell'Africa e del Madagascar: ha rappresentato tutti i vescovi del Continente dal 1997 al 2003.

Nel 2004 è fino al 2008 è stato presidente della Conferenza Episcopale Congolese.

Il 6 dicembre 2007 papa Benedetto XVI lo ha nominato arcivescovo di Kinshasa dopo il decesso del precedente arcivescovo, cardinale Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi.

Benedetto XVI lo ha elevato al rango di cardinale con il titolo presbiterale di Santa Maria "Regina Pacis" in Ostia mare nel concistoro del 20 novembre 2010.

Nel febbraio 2012 viene chiamato da Benedetto XVI a predicare gli Esercizi spirituali alla sua presenza e a quella della Curia romana in occasione della Quaresima.

Il 13 aprile 2013 papa Francesco lo ha nominato membro del gruppo di cardinali chiamati a consigliarlo nel governo della Chiesa universale e a studiare un progetto di revisione della Curia romana.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Successione apostolica.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Acque Nuove di Proconsolare Successore BishopCoA PioM.svg
Braulio Sánchez Fuentes 13 febbraio 1980 - 1º settembre 1988 Vilmos Dékány
Predecessore Presidente della Conferenza episcopale nazionale del Congo Successore Mitra heráldica.svg
André Ilunga Kaseba 1984 - 1992 Faustin Ngabu I
Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi 2004 - 2008 Nicolas Djomo Lola II
Predecessore Arcivescovo di Kisangani Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Augustin Fataki Alueke 1º settembre 1988 - 6 dicembre 2007 Marcel Utembi Tapa
Predecessore Presidente del Simposio delle conferenze episcopali di Africa e Madagascar Successore Mitra heráldica.svg
Gabriel Gonsum Ganaka 1997 - 2003 John Olorunfemi Onaiyekan
Predecessore Arcivescovo di Kinshasa Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Frédéric Etsou-Nzabi-Bamungwabi dal 6 dicembre 2007 in carica
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria Regina Pacis in Ostia mare Successore CardinalCoA PioM.svg
Paul Joseph Pham Ðình Tung dal 20 novembre 2010 in carica

Controllo di autorità VIAF: 19311 LCCN: n95910192