Laura Veccia Vaglieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Laura Veccia Vaglieri (1893Roma, 1989) è stata un'orientalista italiana.

Figlia dell'illustre archeologo ed epigrafista Dante Vaglieri (1865 - 1913), studiò sotto la guida di Ignazio Guidi nella R. Università di Roma e fu quindi tra le pioniere dell'arabismo e dell'islamismo italiano, accreditata a livello internazionale per la sua vasta competenza circa la cultura arabo-islamica e la lingua araba.

Professore ordinario emerito nell'Istituto Universitario Orientale di Napoli, fu autrice di alcuni fra i più importanti libri riguardanti l'analisi storica e istituzionale del mondo arabo e musulmano.

Tra essi quella che a tutt'oggi è ancora la più nota e diffusa grammatica della lingua araba - la Grammatica teorico-pratica della lingua araba (Istituto per l'Oriente, Roma, 1937, 2 voll.[1]) -, concepita anche per gli autodidatti, nonché un'eccellente sintesi sull'Islam classico ("L'Islam da Maometto al secolo XVI", in: Storia Universale (dir. Ernesto Pontieri), Milano, Vallardi, 1963) e un gran numero di articoli di altissimo profilo sul periodo del primo Islam.

Fu collaboratrice dell'Encyclopædia of Islam/Encyclopédie de l'Islam, la più accreditata enciclopedia sulla cultura islamica approntata dai migliori esperti internazionali, accademici e non, e scrisse vari capitoli per la Cambridge History of Islam.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aggiornata negli esercizi, nel 2011, dall'arabista Maria Avino, dell'Orientale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Serena Sautto, "Laura Veccia Vaglieri. La madre della grammatica araba in Italia (1893-1989)", in: La Porta d'oriente, N. s. III, 10 (2010(, pp. 135-142 (con parziale bibliografia).
  • Studi in onore di Laura Veccia Vaglieri", in: Annali dell'Istituto Universitario Orientale di Napoli, 2 voll., XIV-XV (1964).

Controllo di autorità VIAF: 22277270 LCCN: nr90013990