Laura Trott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura Trott
Laura Trott 2012.jpg
Laura Trott nel 2012
Dati biografici
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 163[1] cm
Peso 52[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Pista, strada
Squadra Wiggle-Honda Wiggle-Honda
Carriera
Squadre di club
2011 Specialized
2012 Ibis Cycling
2013- Wiggle-Honda Wiggle-Honda
Nazionale
2010- Regno Unito Regno Unito (pista)
Palmarès
Giochi olimpici 2 0 0
Mondiali su pista 5 2 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 2 marzo 2014

Laura Trott (Harlow, 24 aprile 1992) è una pistard e ciclista su strada britannica. Ai Giochi olimpici di Londra 2012 ha vinto due medaglie d'oro, una nell'inseguimento a squadre e una nell'omnium; in carriera si è inoltre aggiudicata cinque titoli mondiali e quattro titoli europei Elite su pista.

Ha una sorella maggiore, Emma, ciclista professionista su strada[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Harlow ma residente a Cheshunt, nello Hertfordshire, comincia a praticare ciclismo all'età di otto anni seguendo la madre Glenda, che con tale attività desiderava perdere peso[2]. In precedenza aveva praticato il nuoto, per migliorare la respirazione dopo uno pneumotorace sofferto alla nascita, e il trampolino elastico[3][2].

Da ciclista ottiene i primi titoli nazionali già nella categoria Under-12[4]. Nel 2009 ai campionati europei di Minsk si aggiudica la gara di inseguimento a squadre Juniores. Ai campionati mondiali di categoria a Montichiari, l'anno dopo, fa quindi sua la medaglia d'oro nell'omnium oltre a vincere l'argento nell'inseguimento individuale e nella corsa a punti[5]. Sempre nel 2010 viene selezionata per i campionati europei Elite di Pruszków: qui conquista il titolo continentale dell'inseguimento a squadre insieme a Katie Colclough e Wendy Houvenaghel. In rappresentanza dell'Inghilterra partecipa anche ai Giochi del Commonwealth a Delhi, risultando l'atleta più giovane della spedizione inglese[5][2].

Nel marzo 2011 Trott fa il proprio esordio ai campionati mondiali Elite: in quella rassegna, in terzetto con Wendy Houvenaghel e Danielle King, vince la medaglia d'oro nell'inseguimento a squadre[5]. Quell'anno si aggiudica anche due titoli europei tra le Elite, nell'inseguimento a squadre e nell'omnium, e tre tra le Under-23 (scratch e inseguimento individuale e a squadre), mentre su strada fa sua la prova in linea Under-23 dei campionati britannici.

Nell'aprile 2012 partecipa ai campionati del mondo su pista di Melbourne, vincendo due titoli iridati, nell'omnium e, in squadra con Danielle King e Joanna Rowsell, nell'inseguimento (le britanniche stabiliscono anche il record del mondo, 3'16"850, migliorato in finale, 3'15"720)[5]. In estate prende quindi parte ai Giochi olimpici di Londra. Al London Velopark, davanti al pubblico di casa, non delude le attese, e nell'arco di tre giorni ottiene due medaglie d'oro, nell'inseguimento a squadre e nell'omnium[5]. Come già ai campionati del mondo, a Londra Trott, King e Rowsell stabiliscono il primato del mondo dell'inseguimento – già lo detenevano – portandolo prima a 3'15"669, poi a 3'14"682 e infine a 3'14"051. Nell'omnium Trott riesce invece solo nell'ultima prova, la 500 metri a cronometro, a superare Sarah Hammer e a ottenere l'oro[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati britannici, Inseguimento individuale Juniores
Campionati britannici, Corsa a punti Juniores
Campionati europei, Inseguimento a squadre Juniores (con Ella Sadler Andrews e Jessica Booth)
Campionati britannici, Inseguimento individuale Juniores
Campionati britannici, 500 metri Juniores
Campionati britannici, Derny
Campionati del mondo, Omnium Juniores
Campionati europei Elite, Inseguimento a squadre (con Katie Colclough e Wendy Houvenaghel)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre
Campionati europei Juniores/U23, Inseguimento a squadre Under-23 (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati europei Juniores/U23, Inseguimento individuale Under-23
Campionati europei Juniores/U23, Scratch Under-23
Campionati europei Elite, Inseguimento a squadre (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati europei Elite, Omnium
2ª prova Coppa del mondo 2011-2012, Inseguimento a squadre (Cali, con Wendy Houvenaghel e Sarah Storey)
4ª prova Coppa del mondo 2011-2012, Inseguimento a squadre (Cali, con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati del mondo, Omnium
Giochi olimpici, Inseguimento a squadre (con Danielle King e Joanna Rowsell)
Giochi olimpici, Omnium
2ª prova Coppa del mondo 2012-2013, Inseguimento a squadre (Glasgow, con Elinor Barker e Danielle King)
2ª prova Coppa del mondo 2012-2013, Omnium (Glasgow)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre (con Elinor Barker e Danielle King)
Campionati europei Juniores/U23, Inseguimento individuale Under-23
Campionati europei Juniores/U23, Omnium Under-23
Campionati europei Juniores/U23, Corsa a punti Under-23
Campionati britannici, Inseguimento individuale
Campionati britannici, Inseguimento a squadre (con Elinor Barker, Danielle King e Joanna Rowsell)
Campionati britannici, Corsa a punti
Campionati britannici, Americana (con Danielle King)
Campionati europei Elite, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Elinor Barker e Danielle King)
Campionati europei Elite, Omnium
1ª prova Coppa del mondo 2013-2014, Omnium (Manchester)
1ª prova Coppa del mondo 2013-2014, Inseguimento a squadre (Manchester, con Elinor Barker, Joanna Rowsell e Dani King)
Campionati del mondo, Inseguimento a squadre (con Katie Archibald, Joanna Rowsell e Elinor Barker)

Strada[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011 (Team Specialized-DPD Pakket Service, una vittoria)
Campionati britannici, Prova in linea Under-23
  • 2014 (Wiggle-Honda, una vittoria)
Campionati britannici, Prova in linea

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per i servizi resi al ciclismo[6]»
— Londra, 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Laura Trott, www.london2012.com. URL consultato l'8 settembre 2012.
  2. ^ a b c d (EN) Sam Marsden, Laura Trott battled back from collapsed lung to Olympic gold in www.telegraph.co.uk, 7 agosto 2012. URL consultato il 9 settembre 2012.
  3. ^ (EN) I am Laura Trott., www.team-ibis-cycles.com. URL consultato il 9 settembre 2012.
  4. ^ (EN) About Me..., www.lauratrott.co.uk. URL consultato il 9 settembre 2012.
  5. ^ a b c d e (EN) Laura Trott, www.britishcycling.org.uk. URL consultato l'8 settembre 2012.
  6. ^ (EN) NY13 - London 2012 Olympic and Paralympic Games, www.gov.uk. URL consultato il 18 aprile 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]