Laura Lippman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura Lippman

Laura Lippman (Atlanta, 31 gennaio 1959) è una scrittrice statunitense di libri gialli.

Ha lavorato per oltre vent'anni come giornalista, prima di lasciare il giornalismo nel 2001 per dedicarsi a tempo pieno alla narrativa. I suoi romanzi hanno vinto o sono stati nominati ai maggiori premi della letteratura gialla.

Premi letterari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 vince il Premio Edgar con Charm City
Nel 1998 ha vinto l'Anthony Award con Il macellaio di Butchers Hill (Butchers Hill)
Nel 1998 vince il Premio Shamus con Charm City
Nel 1999 vince il Premio Agatha per il miglior romanzo con Il macellaio di Butchers Hill (Butchers Hill)
Nel 1999 ha vinto l'Anthony Award con In Big Trouble
Nel 2000 vince il Premio Shamus con In Big Trouble
Nel 2001 vince il Premio Nero Wolfe con Sugar House
Nel 2004 ha vinto l'Anthony Award con Every Secret Thing
Nel 2004 ha vinto il Premio Barry per il miglior romanzo con Every Secret Thing
Nel 2006 ha vinto l'Anthony Award con No Good Deeds
Nel 2008 vince il Premio Macavity con What the Dead Know
Nel 2008 ha vinto il Premio Barry per il miglior romanzo con What the Dead Know

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Tess Monaghan[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi autonomi[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte di racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Hardly Knew Her (2008)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 85629402 LCCN: n00036081