Laura Alvini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura Alvini
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica classica
Musica barocca
Periodo di attività  ? – 2005
Strumento clavicembalo, pianoforte

Laura Alvini (Milano, 14 luglio 1946Milano, 15 gennaio 2005) è stata una clavicembalista e pianista italiana.

Ha studiato al Conservatorio di Milano, perfezionandosi al Conservatorio di Mosca el Conservatorio di Parigi.

È stata docente di musica d'insieme per strumenti antichi al Conservatorio di Verona e di clavicembalo, clavicordo e basso continuo alla Scuola Civica di Milano[1].

È stata uno dei pionieri nell'introdurre in Italia la musica barocca e nel favorire un uso consapevole degli strumenti musicali originali nell'interpretazione. Già fin dagli anni settanta la sua collaborazione con i più importanti musicisti europei aiuta ad elevare il livello di attenzione del sistema musicale italiano verso i temi di una pratica interpretativa capace di coniugare sensibilità musicale e precisione filologica.

Le sue interpretazioni del repertorio clavicembalistico italiano restano tra le pietre miliari della discografia italiana del XX secolo. Ha registrato numerosi dischi dedicati all'opera di Frescobaldi, Alessandro e Domenico Scarlatti, Bach, Händel, Cherubini, Mozart, Schumann, Mendelssohn e Rossini. Nel 1995 e nel 1999, ha vinto il Premio Internazionale del Disco A. Vivaldi della Fondazione Cini di Venezia.

Sua anche la prima edizione critica degli Essercizi per gravicembalo di Domenico Scarlatti.

Ha fondato il gruppo Galimathia Musicum.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito Comune di Bologna

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]