Lasiurus insularis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lasiurus insularis
Immagine di Lasiurus insularis mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Tribù Lasiurini
Genere Lasiurus
Specie L.insularis
Nomenclatura binomiale
Lasiurus insularis
Hall & Jones, 1961

Lasiurus insularis (Hall & Jones, 1961) è un pipistrello della famiglia dei Vespertilionidi endemico di Cuba.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza dell'avambraccio tra 57 e 64 mm, la lunghezza della coda tra 65 e 81 mm, la lunghezza delle orecchie tra 13 e 15 mm e un peso fino a 30 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga e densa. Il colore generale del corpo è giallo-dorato con la base dei peli più scura. Il muso è appuntito e largo, dovuto alla presenza di due masse ghiandolari sui lati. Le orecchie sono corte, arrotondate e ben separate. Il trago è corto, stretto, con l'estremità arrotondata e curvato in avanti. La punta della lunga coda si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio, il quale è densamente ricoperto di lunghi peli dello stesso colore del dorso.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia solitariamente tra il fogliame di palme del genere Thrinax.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti catturati in volo, particolarmente coleotteri, omotteri e ditteri.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le femmine danno alla luce fino a tre piccoli alla volta all'anno nel mese di maggio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è conosciuta soltanto sull'isola di Cuba e sull'Isola della Gioventù.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato l'areale limitato e il declino della popolazione, classifica L.insularis come specie vulnerabile (VU).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Mancina, C. & Rodriguez, A. 2008, Lasiurus insularis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lasiurus insularis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Silva Taboada, 1979, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gilberto Silva Taboada, Los Murcielagos de Cuba, Academia de Ciencias de Cuba, 1979.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi