Lars Løkke Rasmussen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lars Løkke Rasmussen
Lars Loekke Rasmussen - 28 April 2010.jpg

Primo ministro della Danimarca
Durata mandato 5 aprile 2009 –
3 ottobre 2011
Capo di Stato Margherita II
Predecessore Anders Fogh Rasmussen
Successore Helle Thorning-Schmidt

Dati generali
Partito politico Venstre
Alma mater Università di Copenaghen

Lars Løkke Rasmussen (Vejle, Danimarca, 15 maggio 1964) è un politico danese, leader del partito liberale Venstre ed ex Primo ministro della Danimarca.

Fu Ministro dell'Interno e della Salute dal 27 novembre 2001 nel primo e nel secondo governo di Anders Fogh Rasmussen, e Ministro delle Finanze nel terzo governo Rasmussen, dal 23 novembre 2007. Il 5 aprile 2009 successe ad Anders Fogh Rasmussen come Primo Ministro a seguito della nomina di quest'ultimo come Segretario generale della NATO.

Rasmussen è membro del Parlamento danese (Folketing) dal 21 settembre 1994. È anche stato Sindaco di Contea della Contea di Frederiksborg dal 1998 al 2001. Nonostante il cognome in comune, Rasmussen non è imparentato né con il suo immediato predecessore, né col predecessore di quest'ultimo, Poul Nyrup Rasmussen.[1]

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

Lars Løkke Rasmussen nacque a Vejle, da Jeppe Rasmussen e Lise Løkke Rasmussen (nata Løkke). Il suo cognome è Rasmussen, mentre Løkke è il nome da nubile della madre. Si diplomò alle scuole superiori nel 1983 e fu presidente del ramo giovanile di Venstre dal 1986 al 1989. Si laureò in giurisprudenza all'Università di Copenaghen nel 1992. Dal 1990 al 1995 lavorò come consulente indipendente.

Lars Løkke Rasmussen è sposato con Sólrun Løkke Rasmussen, e la coppia ha tre figli.

Carriera politica[modifica | modifica sorgente]

Presidenza di Venstres Ungdom e missione in Afghanistan[modifica | modifica sorgente]

Lars Løkke Rasmussen fu presidente del ramo giovanile di Venstre (chiamato Venstres Ungdom), dal 1986 al 1989. Una delle sue iniziative fu quella di istituire un'alternativa all'"Operazione Dagsværk" — un giorno di campagna per la raccolta di fondi tra gli studenti delle scuole superiori a favore delle nazioni del Terzo Mondo - dato che l'"Operazione Dagsværk" era all'epoca monopolizzata dai membri della Gioventù Comunista Danese.[2] La campagna di Løkke fu sostenuta dal ramo giovanile del partito, e raccolse 600.000 corone che furono spese per le scuole[3] nell'Afghanistan occupato dall'Unione Sovietica. Lars Løkke Rasmussen condusse una delegazione danese in Afghanistan che portò i fondi raccolti; una fotografia scattata dal fotografo Jørn Stjerneklar lo ritrae insieme a due altri membri della delegazione vestiti da afghani.

Sindaco di Contea e vice presidente di Venstre[modifica | modifica sorgente]

Rasmussen fu eletto vice presidente di Venstre nel 1998, ed allo stesso tempo Anders Fogh Rasmussen assunse la carica di leader del partito, dopo Uffe Ellemann-Jensen. Nel 1998, Lars Løkke Rasmussen fu eletto sindaco della Contea di Frederiksborg, carica che detenne fino al 2001, quando entrò nel primo governo di Anders Fogh Rasmussen.

Ministro dell'Interno e della Salute[modifica | modifica sorgente]

Lars Løkke Rasmussen ricoprì la carica di Ministro dell'Interno e della Salute dal 2001 al 2007, quando fu nominato Ministro delle Finanze. Fu responsabile del negoziato che portò all'accordo del 2002 tra Venstre, il Partito Popolare Conservatore, i Socialdemocratici e il Partito Popolare Danese, che diede ai pazienti ospitati negli ospedali pubblici il diritto di scegliere una clinica privata, nei casi in cui gli ospedali pubblici non fossero stati in grado di fornire assistenza entro due mesi. Nel 2007, questo limite di tempo fu abbassato ad un mese. Dal 2002, il governo concesse fondi extra per ridurre le liste di attesa negli ospedali del Servizio Sanitario Nazionale; questi fondi furono chiamati dai media Løkkeposen[4] Lars Løkke Rasmussen rappresentò il governo anche durante i negoziati riguardanti la riforma del sistema secondo il quale le municipalità più ricche avrebbero dovuto trasferire parte dei propri introiti provenienti dalle tasse alle municipalità più povere.

La riforma municipale del 2007[modifica | modifica sorgente]

Come Ministro degli Interni e della Salute, Lars Løkke Rasmussen fu responsabile e supervisionò la riforma municipale che ridusse le 271 municipalità della Danimarca a sole 98, e abolì le 13 contee, sostituendole con cinque regioni.[5]

Accuse di irregolarità finanziarie[modifica | modifica sorgente]

Nella primavera del 2008, Lars Løkke Rasmussen fu accusato dai media di aver addebitato ai conti ufficiali alcune piccole spese che avrebbe dovuto pagare in prima persona, come ristoranti, sigarette, taxi e hotel, sia in quanto sindaco di contea, che in quanto ministro.[6][7] Nel maggio 2007, Løkke fu accusato di aver fatto pagare al proprio ministero una camera di albergo a Copenaghen, dove si trovava per assistere ad un concerto di Paul McCartney ad Horsens nel 2004.[8][9][10]

Ministro delle Finanze[modifica | modifica sorgente]

Dopo che l'allora Primo Ministro Anders Fogh Rasmussen ottenne la seconda rielezione nel 2007, creò il suo terzo governo, in cui Løkke Rasmussen fu assegnato al Ministero delle Finanze. Questo fatto fu visto come un chiaro indicatore del fatto che Løkke era il prossimo in linea alla successione di Fogh come leader di Venstre e come Primo Ministro, nel momento in cui Fogh avesse lasciato la politica danese.[11] Come Ministro delle Finanze, Løkke Rasmussen condusse i negoziati riguardanti i fondi bancari colpiti dalla crisi finanziaria del 20082009.

Riforma delle tasse del 2009[modifica | modifica sorgente]

Nel febbraio 2009 Lars Løkke Rasmussen fu il capo negoziatore nell'accordo politico per una grande riforma delle imposte, che mirava a implementare l'ambizione del governo alla riduzione delle tasse e all'incremento delle imposte sull'inquinamento.[12] La riforma fu, secondo Lars Løkke Rasmussen, la più grande riduzione dell'aliquota sin dall'introduzione dell'imposta sul reddito delle persone fisiche nel 1903.[13] L'opposizione accusò il governo di essere storicamente in favore dei lavori con alte retribuzioni, dando pochi aiuti ai lavoratori con bassi redditi.[13]

Primo Ministro della Danimarca[modifica | modifica sorgente]

Il 4 aprile 2009, la NATO decise che il Primo ministro Anders Fogh Rasmussen avrebbe sostituito Jaap de Hoop Scheffer come Segretario generale della NATO.[14] Lo stesso giorno, Anders Fogh Rasmussen dichiarò che si sarebbe dimesso da Primo Ministro il 5 aprile 2009; come vice del più grande partito di governo, Lars Løkke Rasmussen assunse la carica di Primo Ministro danese.[15] Un sondaggio svolto nel giorno dell'insediamento di Lars Løkke Rasmussen rivelò che i danesi credevano che egli battesse Helle Thorning-Schmidt solo come persona più adatta a guidare la Danimarca attraverso la crisi finanziaria, e che Thorning-Schmidt sarebbe andata meglio per combattere la disoccupazione, per ridurre le liste di attesa negli ospedali, per assicurare il welfare e per rappresentare la Danimarca a livello internazionale.[16] Il 7 aprile 2009 Lars Løkke Rasmussen annunciò la composizione del suo governo.[17]. Dopo la sconfitta elettorale del settembre 2011, il 3 ottobre 2011 Helle Thorning-Schmidt è succeduta a Rasmussen nell'incarico di primo ministro.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Governo Rasmussen (Danimarca)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Secondo la Statistica Danimarca, Rasmussen è il nono cognome più comune in Danimarca: http://www.dst.dk/Statistik/Navne/pop/2009.aspx
  2. ^ (DA) I Afghanistan med Lars Løkke Rasmussen, Politiken, 25 febbraio 2009. URL consultato il 7 aprile 2009.
  3. ^ (DA) I Afghanistan med Lars Løkke Rasmussen, Politiken, 25 febbraio 2009. URL consultato il 7 aprile 2009.
  4. ^ (DA) Løkkeposen på vej ud på sygehusene, BT, 2006-11-16. URL consultato il 2009-05-13 }.
  5. ^ (DA) Regeringens populistiske narreværk, Politiken, 24 marzo 2009. URL consultato il 4 aprile 2009.
  6. ^ (DA) Amtsrådspolitikere vil undersøge Løkkes bilagsrod, Politiken, 23 maggio 2003. URL consultato il 4 aprile 2009.
  7. ^ (DA) Lars Løkke på flere hotelbesøg, Politiken, 22 maggio 2003. URL consultato il 4 aprile 2009.
  8. ^ (DA) Løkke tog på betalt hotel efter koncert, Politiken, 20 maggio 2009.
  9. ^ (DA) Ministerium fik hotelregning efter koncert, DR, 20 maggio 2008.
  10. ^ (DA) Løkke på hotel efter rockkoncert, TV 2, 20 maggio 2008.
  11. ^ (DA) Arvefølgen i Venstre på plads, Berlingske Tidende, 23 novembre 2007. URL consultato il 13 maggio 2009.
  12. ^ (DA) Nu er skattereformen på plads, Politiken, 1º marzo 2009. URL consultato il 4 aprile 2009.
  13. ^ a b (DA) Direktøren får 53.409 kr. – hjemmehjælper 2.779 kr., Jyllands-Posten, 1º marzo 2009. URL consultato il 4 aprile 2009.
  14. ^ (DA) Fogh bliver ny Nato-chef, Politiken, 4 aprile 2009. URL consultato il 4 aprile 2009.
  15. ^ (DA) Løkke tager over i morgen, Politiken, 4 aprile 2009. URL consultato il 4 aprile 2009.
  16. ^ (DA) Løkke slår kun Thorning på et punkt, Politiken, 5 aprile 2009. URL consultato il 5 aprile 2009.
  17. ^ (DA) Løkke sætter sit første ministerhold, Politiken, 7 aprile 2009. URL consultato il 7 aprile 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Primo Ministro di Danimarca Successore Flag of Denmark.svg
Anders Fogh Rasmussen dal 2009 in carica

Controllo di autorità VIAF: 9638250 LCCN: no2007139565