Lara Stone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lara Stone
Lara Stone NYC.jpg
Altezza 178[1] cm
Misure 86.5-61-89[1]
Taglia 36[1] (UE) - 6[1] (US)
Scarpe 39 (UE) - 7 (US)
Occhi Castani
Capelli Biondi

Lara Stone (Geldrop, 20 dicembre 1983) è una supermodella olandese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Stone fu notata all'età di 15 anni durante un concorso di bellezza organizzato nel 1999 dall'agenzia Elite Model Management[2], che Stone non vinse, ma che le permise comunque di iniziare a lavorare. La sua carriera prese una piega positiva nel 2006 quando firmò un contratto con IMG Models, che le permise di aprire le sfilate di Givenchy. In seguito Lara Stone lavorò per Louis Vuitton, Lanvin, Miu Miu, Fendi, MaxMara, Pollini, Prada, Anna Sui, Marc Jacobs, Michael Kors, Stella McCartney, Zac Posen, Balmain, Celine, Hermès, Isabel Marant, Jean Paul Gaultier, Dolce & Gabbana, D&G, Givenchy, Karl Lagerfeld, Missoni, Emanuel Ungaro, Victoria's Secret e molti altri.[3].

La modella è inoltre stata testimonial di Calvin Klein Make-Up, Calvin Klein Jeans, H&M, Jean Paul Gaultier, Time, DKNY Jeans, Nicole Farhi, Belstaff, CK Calvin Klein, Hugo Boss Orange, De' Type, Revlon, TSUM, Just Cavalli, Max Mara, Malizia by La Perla, Sisley, Jil Sander e Givenchy (per cinque anni consecutivi).[3] È apparsa sulla copertina di Vogue Giappone nel marzo 2005, su Elle Francia nel maggio 2006, su Vogue Francia nell'aprile 2006, nel marzo 2008 e nel febbraio 2009, su Elle Danimarca nell'agosto 2006 e su Vogue Italia nel dicembre 2007. Nell'arco del 2008 la Stone è comparsa anche su The Journal, V magazine, i-D e W insieme a Kate Moss e Daria Werbowy.[3]

È stata anche fotografata, insieme a Malgosia Bela, Eva Riccobono, Daria Werbowy, Randal Moore, Mariacarla Boscono, Emanuela De Paula, ed Isabeli Fontana per l'edizione del 2009 del calendario Pirelli.[4]. Nello stesso anno, a dicembre, partecipa insieme ad altre colleghe ad un particolare editoriale di Vogue Italia dedicato alla piattaforma di microblogging Twitter: le foto, ad opera di Steven Meisel, vengono scattate in bassa qualità per emulare i post degli utenti del celebre social network[5]. La modella sarà presente anche nella video clip della canzone Alejandro, il singolo della cantante Lady Gaga uscito nell'estate 2010.

Nel 2013 viene scelta come testimonial dalla L'Oreal.[6]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 maggio 2010 sposa il comico inglese David Walliams, al Claridge Hotel di Londra, con un abito disegnato da Riccardo Tisci per Givenchy[7]. Nel maggio 2013 diventano genitori di un bambino[8].

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Lara Stone in Fashion Model Directory, Fashion One Group.
  2. ^ (NL) Lara Stone, www.fashion-fever.nl. URL consultato il 4 gennaio 2008.
  3. ^ a b c Lara Stone - Model Profile, nymag.com. URL consultato il 27 dicembre 2007.
  4. ^ Emanuela de Paula (September 2005 - March 2010) - Page 91 - the Fashion Spot
  5. ^ Vogue Italia's Twitter-themed cover
  6. ^ Lara Stone nuovo volto di L'Oréal Paris 15/10/2013
  7. ^ Lara Stone sposa in Givenchy
  8. ^ Lara Stone mamma

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]