Lanius schach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Averla dalla coda lunga
Long-tailed Shrike (tricolor race) I2-Haryana IMG 8894.jpg
Lanius schach
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Famiglia Laniidae
Genere Lanius
Specie L. schach
Nomenclatura binomiale
Lanius schach
Linnaeus, 1758
Sottospecie

vedi testo

L'averla dalla coda lunga o averla dorso rossiccio (Lanius schach Linnaeus, 1758) è un uccello appartenente alla famiglia dei Lanidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lanius schach tricolor a Calcutta.

Ricorda molto le averle grigie, come l'averla grigia meridionale (Lanius meridionalis), con la testa e il mantello color grigio perla e la maschera nera che si estende dalla fronte, passando sull'occhio, fino a ricoprire le orecchie. Una sottospecie orientale, che vive in Bhutan e Arunachal Pradesh, talvolta chiamata averla dalla coda lunga himalayana, L. s. tricolor, ha la testa quasi completamente nera: la maschera oculare copre infatti anche la sommità del capo e la nuca[3].

È più piccola di un'averla grigia, ma ha una coda molto lunga con i margini rossicci. Il ventre è bianco, ma i fianchi sono rossicci. Il becco e le zampe sono quasi neri.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Questo uccello, come tutte le averle, ha la caratteristica abitudine di appollaiarsi su un cespuglio, da cui compie delle sortite a caccia di lucertole, grossi insetti, piccoli uccelli e roditori.

Le prede catturate vengono impalate ad una punta tagliente, ad esempio una spina. Una volta messe così al sicuro può farle a pezzi con il robusto becco uncinato, dato che i suoi piedi non sono fatti per strappare.

Il volo è ondulato, ma i suoi battiti sono sicuri e determinati.

Adulto a Kindlebag, Goa, India, novembre 1997

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una residente comune di tutta l'ecozona indomalese e si trova dal Kazakistan, attraverso Afghanistan, Pakistan e penisola indiana, a eccezione degli Stati orientali[3], fino alla Nuova Guinea, nei cespugli delle aree arbustive e nelle coltivazioni. D'inverno si sposta in aree più meridionali, come l'India sud-orientale e lo Sri Lanka.

In Europa occidentale è una visitatrice molto rara e in Gran Bretagna ne è stato avvistato un solo esemplare, su South Uist, nel novembre 2000. Altri esemplari vaganti sono stati avvistati in Giappone, Oman, Israele, Ungheria e Turchia.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

  • Lanius schach erythronotus (Vigors, 1831)
  • Lanius schach caniceps Blyth, 1846
  • Lanius schach tricolor Hodgson, 1837
  • Lanius schach schach Linnaeus, 1758
  • Lanius schach longicaudatus Ogilvie-Grant, 1902
  • Lanius schach bentet Horsfield, 1821
  • Lanius schach nasutus Scopoli, 1786
  • Lanius schach suluensis (Mearns, 1905)
  • Lanius schach stresemanni Mertens, 1923

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2013, Lanius schach in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Laniidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.
  3. ^ a b Bikram Grewal, Bill Harvey e Otto Pfister, Photographic guide to birds of India, Hong Kong, Periplus editions / Princeton University Press, 2002, p. 242.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli