Landwehr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il comune tedesco, vedi Landwehr (Germania).

Il Landwehr (termine di lingua tedesca traducibile come difesa territoriale) è una istituzione militare propria dei paesi che hanno poi formato l'Impero Tedesco, della Svizzera e del disciolto Impero austro-ungarico.

Svizzera[modifica | modifica wikitesto]

In Svizzera è la denominazione di una delle più grandi suddivisioni del contingente militare.

Propriamente rappresenta il complesso dei reparti di seconda linea dell'esercito di campagna. I cittadini svizzeri, cessando di appartenere alle forze regolari, passano nel Landwehr e vi permangono otto anni, per essere iscritti successivamente per altri otto nella Landsturm.

Durante la permanenza nella Landwehr i cittadini sono soggetti ad un richiamo per istruzione della durata di undici giorni all'anno. La landwehr esisteva anche presso gli eserciti degli ex Imperi centrali, prima della Grande Guerra.

Germania[modifica | modifica wikitesto]

In Germania (in effetti in Prussia) venne ufficialmente costituita la prima volta con legge del 1813[1], come conseguenza del servizio militare obbligatorio e comprendeva due bandi:

  • Primo: uomini dai trenta ai trentacinque anni;
  • Secondo: uomini dai trentasei ai trentanove anni.

Successivamente questi ultimi facevano il passaggio nella Landsturm. La Landwehr, i cui quadri erano formati principalmente da membri della borghesia, non era una reale forza di combattimento ma veniva vista più che altro come un bilanciamento al peso della casta militare dei conservatori dell'esercito prussiano[1]. Con la riforma del 1860 ogni reggimento dell'esercito regolare aveva collegato un reggimento quadro della Landwehr, i cui ufficiali e sottufficiali provenivano dal reggimento regolare e con il quale formava una brigata. Allo scoppio della guerra del 1866 con l'Austria-Ungheria, la Landwehr contava 130.000 effettivi[2].

Attualmente il Landwehr è la forza di riserva dello Heer, e si appoggia anche alla Reservisten Kameradschaft, l'associazione dei militari tedeschi in congedo (simile all'UNUCI italiana), che conta al 2010 circa 123.000 iscritti dai 20 ai 40 anni[3].

Austria-Ungheria[modifica | modifica wikitesto]

In Austria-Ungheria la permanenza era di due anni e vi erano ammessi gli uomini provenienti dalla riserva di reclutamento, ma ricevevano anche un contingente annuo, rappresentato dagli esuberi all'aliquota incorporata nell'esercito attivo. Comprendeva quindi dei vecchi soldati reclutati dal contingente annuo che dovevano fare due anni di ferma.

Il Landwehr in tempo di pace aveva solo unità di fanteria e cavalleria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Franco-Prussian War 1870-1871, Volume 51 - Di Stephen Badsey. URL consultato il 17 agosto 2010. pag. 18
  2. ^ The army of the German Empire, 1870-1888 - Di Albert Seaton,Michael Youens. URL consultato il 17 agosto 2010. pag. 18
  3. ^ Verband der Reservisten der Deutschen Bundeswehr e.V. - eVEWA 2.0 S28

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stato Maggiore Esercito - Ufficio Storico. Adriano Alberti. La mobilitazione e lo sviluppo dell'Esercito germanico durante la guerra mondiale 1914-1918. 1927, Libreria dello Stato, Roma.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]