Lancia Delta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lancia Delta
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Lancia
Tipo principale Berlina 2 volumi
Altre versioni Delta S4
Hyena
Produzione dal 1979
Sostituisce la Lancia Beta
Serie Prima (1979-1993)
Seconda (1993-1999)
Terza (2008 – )

Lancia Delta è il nome con cui vengono comunemente identificate alcune autovetture di fascia media prodotte dalla casa automobilistica italiana Lancia a partire dal 1979.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La Delta è la vettura media di casa Lancia che ha il compito di presidiare il segmento C. La prima automobile Lancia ad utilizzare questo nome è stata la Delta-20/30HP nel 1911. La storia delle moderne Delta ha invece inizio nel 1979. Ad oggi la Delta è il secondo modello più venduto nella storia del marchio Lancia con più di 700 mila esemplari prodotti che includono i 525.231 mila della prima serie,[1] i 138.980 della seconda, e i circa 25-30 mila esemplari annui dell'attuale terza serie.

Prima serie
Seconda serie
Terza serie
Lancia Delta GT ie 1989.jpg
Lancia Delta front 20070520.jpg
Lancia Delta III 20090620 front.JPG
1979-1993
1993-1999
2008

Prima serie[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lancia Delta (1979).

La prima serie della Delta nasce nel 1979 dalla matita di Giorgetto Giugiaro, ed è chiamata a raccogliere l'eredità della Beta. È una moderna due volumi ben proporzionata, dalle linee pulite e squadrate, che rompe con i precedenti canoni stilistici della casa.[2] È stata la prima e finora unica vettura Lancia ad essere eletta Auto dell'anno, nel 1980. Quest'auto è stata anche brevemente venduta nei primi anni ottanta con marchio Saab in Svezia, col nome di Saab 600.[3] I successi sportivi conseguiti dalle sue versioni rally[4] ne hanno fatto una vettura di successo e ne hanno allungato la carriera, che ha attraversato un intero decennio e si è conclusa solo nel 1993 con l'arrivo della seconda serie, rimanendo però in listino con varie edizioni speciali fino al 1995.[2]

Seconda serie[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lancia Delta (1993).

La seconda serie della Delta debutta nel 1993, in ritardo rispetto ai piani iniziali, a causa del protrarsi della carriera della sua diretta antenata.[2] Strettamente legata nello sviluppo alla Fiat Tipo ed alla Lancia Dedra, la nuova Delta nel design riprende ed aggiorna molti elementi caratteristici della prima serie.[5] Nonostante l'allora fama sportiva del marchio, non è stata proposta in versioni particolarmente spinte dedicate alla pista (complice il ritiro di Lancia dalle competizioni) ma solo in alcuni allestimenti stradali sportivi. Questa seconda serie non ha saputo ripetere il grande successo commerciale della precedente,[2] ed è uscita dai listini nel 1999 senza essere rimpiazzata.

Terza serie[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lancia Delta (2008).

Nel 2008, dopo un "buco" temporale di otto anni, viene presentata la terza serie della Delta, anticipata nel 2003 dall'esercizio di stile Granturismo Stilnovo[6] e nel 2006 dalla concept car Delta HPE, che già prefigurava il modello di serie definitivo.[7] Questa nuova Delta, sviluppata da Fiat Group sul Pianale C già utilizzato dalla Fiat Bravo, non riprende le linee delle precedenti serie ma abbraccia invece i canoni stilistici Lancia degli anni duemila, ed abbandona i riferimenti alla sportività per orientarsi maggiormente al mondo del lusso.[8] In seguito all'entrata di Chrysler Group in Fiat S.p.A. ed alla decisione di coordinare insieme i marchi Lancia e Chrysler,[9] dall'estate 2011 la vettura viene venduta a marchio Chrysler in Regno Unito ed Irlanda col nome di Chrysler Delta.[10]

Modelli derivati[modifica | modifica sorgente]

Come detto, le varie Delta sono state realizzate sfruttando e condividendo pianali, meccanica e componenti di automobili del Gruppo Fiat prodotte nello stesso periodo. Dalla Delta, nello specifico da versioni della prima serie, sono inoltre stati derivati alcuni modelli speciali.

Lancia Delta S4
Lancia Hyena
Lancia Delta S4 Stradale.JPG
Lancia Hyena CENTENARY.jpg
1985
1992-1993

Lancia Delta S4[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lancia Delta S4.

Dalla prima serie della Delta è stata derivata nel 1985 la Delta S4. Pensata per sostituire la 037 nel campionato del mondo rally, in realtà la S4 aveva poco o nulla a che spartire con il modello di serie, a parte lo stile della carrozzeria. Costruita nei soli 200 esemplari stradali necessari all'omologazione sportiva, la carriera sportiva della S4 terminò bruscamente l'anno successivo, in seguito all'incidente mortale occorso al pilota Henri Toivonen ed al suo navigatore Sergio Cresto.[11] Lo stop alla S4 fermò anche i piani relativi alla sua evoluzione, la Lancia ECV.

Lancia Hyena[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lancia Hyena.

Nel 1992 è stata realizzata la Lancia Hyena, una coupé sportiva prodotta in edizione limitata da Zagato e derivata dalla meccanica della Delta HF Integrale Evoluzione.[12][13] Inizialmente prevista in una tiratura limitata a 75 esemplari,[13] è stata realizzata in soli 25 modelli.[12]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Produzione Lancia, lancia-historie.de. [collegamento interrotto]
  2. ^ a b c d Salvatore Loiacono, Lancia Delta, la storia in omniauto.it, 22 febbraio 2004. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  3. ^ Salvatore Loiacono, La 600 di Saab in omniauto.it, 2 maggio 2006. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  4. ^ (EN) Shant Fabricatorian, 25 years of the Lancia Delta - The ultimate pocket rocket rally extraordinaire in italiaspeed.com, 27 dicembre 2004. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  5. ^ Nestore Morisini, Dal design ai motori, nuova Delta ai raggi "X" in Corriere Motori, 26 febbraio 1993, p. 3. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  6. ^ Alessandro Lago, Lancia Stilnovo in omniauto.it, 22 aprile 2003. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  7. ^ Filippo Salza, Nuova Lancia Delta HPE Concept in omniauto.it, 5 settembre 2006. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  8. ^ Nuova Lancia Delta in omniauto.it, 5 febbraio 2008. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  9. ^ Eleonora Lilli, Lancia inizia una seconda vita dopo 104 anni in omniauto.it, 29 settembre 2010. URL consultato il 26 ottobre 2011.
  10. ^ Fabio Gemelli, La Chrysler Delta sbarca in Inghilterra in omniauto.it, 26 agosto 2011. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  11. ^ Amarcord: Spot Lancia Delta S4 in motorsportblog.it, 14 maggio 2008. URL consultato il 27 ottobre 2008.
  12. ^ a b Salvatore Loiacono, Alfa Romeo SZ e Lancia Hyena in omniauto.it, 10 febbraio 2003. URL consultato il 27 ottobre 2011.
  13. ^ a b Una Hyena a tiratura limitata in Corriere Motori, 5 marzo 1993, p. 8. URL consultato il 27 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili