Lamentazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La lamentazione o lamento è una forma musicale o poetica che esprime dolore, dispiacere o lutto. Molti dei poemi più antichi sono delle lamentazioni e fra le più famose si ricordano le Lamentazioni di Geremia tratte dal Libro delle Lamentazioni facente parte della Bibbia e più precisamente dell'Antico testamento. Lamentazioni sono anche contenute sia nell'Iliade che nell'Odissea di Omero, ma anche nel Veda Indù ed in alcuni testi antichi della Mesopotamia come i Lamenti di Ur o gli ebraici Tanakh.

Forma musicale[modifica | modifica sorgente]

In musica, una lamentazione è un pezzo costruito su di un basso ostinato. Esso ripete un tema di basso contenente una figura cromatica discendente (spesso dalla tonica alla dominante). Un buon esempio si ha nel pezzo di Henry Purcell 'When I am laid in earth'.

Tradizioni celtiche[modifica | modifica sorgente]

Nella musica tradizionale scozzese, una lamentazione è anche un pezzo musicale suonato dalle cornamuse. Essa ha la forma di un tema con variazioni; inizia con un'aria lenta che viene suonata con abbellimenti e quindi la melodia ritorna in forma semplice nel finale. Tradizionalmente erano composte per onorare un guerriero morto in battaglia e portavano il suo nome.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica