Lamberto Zauli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lamberto Zauli
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Pordenone Pordenone
Ritirato 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
Grosseto Grosseto
Modena Modena
Squadre di club1
1989-1990 Modena Modena 3 (1)
1990-1991 Centese Centese 23 (1)
1991-1992 Fano Fano 28 (4)
1992-1993 Modena Modena 2 (0)
1993-1994 Ravenna Ravenna 9 (1)
1994 Crevalcore Crevalcore 23 (4)
1994-1997 Ravenna Ravenna 89 (16)
1997-2001 Vicenza Vicenza 117 (15)
2001-2002 Bologna Bologna 27 (6)
2002-2005 Palermo Palermo 69 (14)
2005-2006 Sampdoria Sampdoria 8 (0)
2006-2007 Bologna Bologna 49 (6)
2007-2008 Cremonese Cremonese 24 (4)
2008-2009 Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina 21 (1)
Carriera da allenatore
2009-2010 Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina
2010-2011 Fano Fano
2012 Reggiana Reggiana
2013 Reggiana Reggiana
2014 Real Vicenza Real Vicenza
2014- Pordenone Pordenone
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 giugno 2014

Lamberto Zauli (Roma, 19 luglio 1971) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico del Pordenone.

Da giocatore era soprannominato lo Zidane della Serie B[1][2][3] e il principe.[4]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Giocava da trequartista e aveva un fisico possente;[4] era molto abile sui calci piazzati[4] e possedeva senso del gol.[4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Zauli cresce a Grosseto dove il padre è medico anestesista (oltreché ex-giocatore biancorosso). Lamberto inizia a giocare nelle giovanili dell'Unione Sportiva Grosseto dove si mette in mostra e viene acquistato dal Modena che lo inserisce nella squadra Giovanissimi. Successivamente approda al Ravenna e contribuisce prima alla sua promozione in Serie B, poi alla migliore stagione di sempre dei giallorossi nel campionato cadetto nel 1997. Nella stagione successiva il salto in Serie A, nelle file del Vicenza, che aveva appena vinto la Coppa Italia con in panchina Francesco Guidolin. Nel 1997-1998 gioca nella Coppa delle Coppe, in cui il Vicenza giunge alle semifinali, contro il Chelsea. Dopo la vittoria nell'andata con un suo gol, la squadra viene eliminata dai blues, poi vincitori della manifestazione.

Gran parte della sua carriera si intreccia con quella di Guidolin, con cui condividerà diverse stagioni anche a Bologna e Palermo.

Nel capoluogo emiliano sfiora la qualificazione alla Champions League, e nelle stagioni successive, acquistato dal Palermo con una trattativa lampo,[5] contribuisce allo storico ritorno in Serie A dei siciliani ottenendo subito la qualificazione in Coppa UEFA con il 6º posto in campionato. Nella stagione 2002-2003 si infortuna gravemente in uno scontro con Gianluca Grassadonia del Cagliari, nella partita finita 1-1, fratturandosi la gamba destra e restando fuori dai campi per quattro mesi.[6]

Nella stagione 2005-2006 passa alla Sampdoria, con la quale disputa solamente mezza stagione, collezionando qualche presenza in campionato e Coppa UEFA. A gennaio torna nuovamente al Bologna. Nel 2007 passa alla Cremonese di Emiliano Mondonico che milita in Serie C1, e con cui disputa i play-off.

Il 27 agosto 2008 ha rescisso il contratto con la Cremonese[7] e si è accasato al Bellaria Igea Marina fino al termine della stagione, quando lascia l'attività agonistica.

In carriera ha totalizzato complessivamente 146 presenze e 20 reti in Serie A e 158 presenze e 28 reti in Serie B.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Appese le scarpe al chiodo, è divenuto l'allenatore proprio dell'ultima squadra in cui ha militato da giocatore, il Bellaria Igea Marina, venendo esonerato il 7 aprile 2010, dopo 28 punti raccolti in 29 partite di Lega Pro Seconda Divisione.[8]

Il 29 giugno 2010 il Fano - militante in Seconda Divisione - annuncia l'ingaggio di Zauli come allenatore per la stagione 2010-2011,[9] coadiuvato da Roberto Pregnolato e Massimo Massi;[10] da calciatore aveva già vestito i colori granata. Chiude l'esperienza con l'esonero in data 5 aprile 2011.[10]

Il 3 gennaio 2012 diventa l'allenatore della Reggiana, firmando un contratto fino al 30 giugno 2012; con lui arriva anche Massimo Massi come preparatore atletico.[11] Esordisce sulla panchina granata l'8 gennaio 2012 vincendo al Giglio contro il Pavia per 2-1.

Il 5 luglio acquisisce a Coverciano il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro e quindi il diritto di ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie.[12]

Il 23 dicembre viene esonerato dalla società reggiana,[13][14] per poi essere reincaricato il 19 marzo 2013 dopo l'esonero di Luigi Apolloni.[15] Ottiene la salvezza ai play-out sconfiggendo il Cuneo.

Il 3 febbraio 2014 viene chiamato a sostituire Mario Vittadello sulla panchina del Real Vicenza,[16] coadiuvato dal suo vice Rodolfo Giorgetti e dal preparatore atletico Lamberto Zanella.[17] A fine stagione non viene confermato alla guida della squadra[18] e il 22 giugno viene ingaggiato dal Pordenone, neopromosso in terza serie.[19]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Ravenna: 1992-1993, 1995-1996
Vicenza: 1999-2000
Palermo: 2003-2004

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bellaria, il prossimo tecnico sarà l'ex rosanero Zauli Tuttopalermo.net
  2. ^ Colpo grosso rosanero un triennale per Zauli ricerca.repubblica.it
  3. ^ Reggiana, mister Zauli a Calciopress Calciopress.net
  4. ^ a b c d Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 14 (1997-1998), Panini, 6 agosto 2012, p. 5.
  5. ^ Zauli: "Ecco come arrivai al Palermo" Mediagol.it
  6. ^ Luigi Tripisciano, Album rosanero, Palermo, Flaccovio Editore, giugno 2004, p.89, ISBN 88-7804-260-9.
  7. ^ Cremonese, Zauli rescinde Tuttomercatoweb.com
  8. ^ Ufficiale: Bellaria, esonerato Lamberto Zauli Tuttopalermo.net
  9. ^ Comunicato ufficiale Fanocalcio.com
  10. ^ a b Zauli esonerato, arriva Gaudenzi Fanocalcio.com
  11. ^ Lamberto Zauli nuovo allenatore della Reggiana Reggianacalcio.it
  12. ^ Coverciano, Roby Baggio tra i nuovi allenatori, Tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2012.
  13. ^ Zauli sollevato dall'incarico Reggianacalcio.it
  14. ^ La Reggiana ha ufficialmente esonerato Lamberto Zauli gazzettadireggio.gelocal.it
  15. ^ Comunicato stampa Reggianacalcio.it
  16. ^ REAL VICENZA: CAMBIO ALLA GUIDA TECNICA Realvicenzavs.com
  17. ^ PRESENTATI IL NUOVO STAFF E GLI ULTIMI ARRIVI IN BIANCOROSSO Realvicenzavs.com
  18. ^ COMUNICATO UFFICIALE Realvicenzavs.com
  19. ^ Lega Pro 2014/2015, Lamberto Zauli nuovo allenatore Pordenonecalcio.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]