Lamberto Picasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi Picasso (disambigua).
Lamberto Picasso con Rina Morelli negli studi EIAR nel 1942, nella commedia "Casa di bambola"

Lamberto Pio Picasso (La Spezia, 21 ottobre 1880Roma, 17 settembre 1962) è stato un attore e regista italiano. Nonostante fosse principalmente un attore teatrale, lavorò anche in numerose produzioni cinematografiche.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Visse la gioventù a Genova, dove studiò prima all'istituto tecnico e poi recitazione impiegandosi, dal 1902, come attore in piccole compagnie di prosa.

Col tempo recitò come primo attore accanto ad interpreti del calibro di Irma Gramatica, Antonio Gandusio e Lyda Borelli, mentre lavorò sotto la direzione di Virgilio Talli, Flavio Andò ed Ermete Novelli. Ciò gli impose un trasferimento a Roma, dove fece parte della compagnia stabile del Teatro Argentina: proprio qui formò una compagnia in proprio dal nome La Compagnia dello Spettacolo d'Arte, con la quale produsse opere di un certo valore.

Nel 1925 venne convocato da Luigi Pirandello per far parte della compagnia del Teatro d'Arte di Roma, che ebbe però vita breve: nonostante ciò, Picasso seppe interpretare ruoli di successo come il padre nei Sei personaggi in cerca d'autore, attirando le critiche positive della stampa italiana e straniera.[1]

Nel 1928-'29 diresse il Teatro d'Arte di Milano e si fece interprete di personaggi di autori quali Luigi Chiarelli, Massimo Bontempelli e Ugo Betti: col tempo, però, rese sempre più sporadica la presenza sui palcoscenici, producendosi più nel cinema.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Prosa teatrale[modifica | modifica sorgente]

Prosa radiofonica[modifica | modifica sorgente]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Possenti. I teatri del primo Novecento. Lucarini, 1987, pag. 208.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Possenti. I teatri del primo Novecento. Lucarini, 1987
  • Il Radiocorriere,
  • Le Teche Rai, la prosa televisiva dal 1954 al 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]