Laleli camii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Laleli camii (o Moschea dei Tulipani) è una moschea imperiale Ottomana situata a Laleli, presso Fatih, a Istanbul, in Turchia.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

La moschea fu costruita dal Sultano Mustafa III negli anni 17601763, in stile barocco dall’architetto imperiale Mehmet Tahir Ağa.[2]

Il complesso, poco dopo la sua costruzione, fu distrutto da un incendio nel 1783 e fu immediatamente riedificato. Un nuovo incendio nel 1911 distrusse la madrasah, e interventi urbanistici nell’assetto viario circostante intaccarono il corpo della moschea.

Esterno[modifica | modifica sorgente]

La moschea fu costruita su un alto terrazzo sopra uno spazio commerciale, i cui affitti dovevano finanziare il complesso della moschea. Nella parte inferiore della moschea si trova una grande sala sorretta da otto enormi pilastri con una fontana nel centro. [3] La moschea è orientata lungo un asse S-E/N-W e ha un cortile rettangolare due volte la grandezza della sala preghiera a N-W. Questo cortile ha arcate continue e una fontana per le abluzioni nel mezzo. Ci sono due minareti, situati all'estremità del portico, in corrispondenza degli ingressi del cortile.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Laleli Complex. ArchNet
  2. ^ Faroqhi, Subjects of the Sultan.
  3. ^ Freely, Blue Guide Istanbul

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Suraiyah Faroqhi, Subjects of the Sultan: Culture and Daily Life in the Ottoman Empire, I B Tauris, 2005, ISBN 1850437602.
  • John Freely, Blue Guide Istanbul, W. W. Norton & Company, 2000, ISBN 0393320146.
  • Goodwin, Godfrey. 1997 (reprint of 1971). A History of Ottoman Architecture. Thames and Hudson: London, 388-391.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Architettura