Lago di Piediluco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lago di Piediluco
Panoramica Lago di Piediluco dall'hotel.jpg
Stato Italia Italia
Regione Umbria Umbria
Lazio Lazio
Provincia Terni Terni
Rieti Rieti
Coordinate 42°31′57.36″N 12°45′48.42″E / 42.5326°N 12.76345°E42.5326; 12.76345Coordinate: 42°31′57.36″N 12°45′48.42″E / 42.5326°N 12.76345°E42.5326; 12.76345
Altitudine 368 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 1,58 km²
Profondità massima 19,5 m
Volume 0,017 km³
Idrografia
Bacino idrografico 73 km²
Immissari principali Rio Fuscello
Emissari principali Fiume Velino
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Piediluco
Mappa lago piediluco.png

Il lago di Piediluco è un lago dell'Italia centrale, sulle cui rive sorge il paese di Piediluco, frazione di Terni. Collocato alle propaggini sud-orientali dell'Umbria, con un ramo che sconfina nel Lazio, il lago di Piediluco può essere considerato il più grande bacino lacustre naturale della regione dopo il lago Trasimeno. Il nome sembra potersi interpretare come "ai piedi del bosco sacro"[1]. Rappresenta, insieme ad altri piccoli specchi d'acqua situati in provincia di Rieti, uno dei resti dell'antico Lacus Velinus, grande bacino di origine alluvionale venutosi a formare a partire dal Quaternario. Di forma irregolare con un perimetro di circa 13 chilometri, il lago si trova ad un'altitudine di 375 metri, con una profondità massima attestata sui 19 metri. Il suo immissario naturale è il Rio Fuscello, gli altri due immissari sono invece rappresentati da canali costruiti dall'uomo, uno che lo collega al fiume Velino, l'altro che fa convogliare nel lago una porzione di acqua derivata invece dal fiume Nera, lungo ben 42 chilometri. Si può tranquillamente affermare che l'afflusso ed il deflusso delle acque nel lago è completamente regolato per il fabbisogno energetico delle industrie della vicina Terni. L'emissario cioè il fiume Velino è deviato verso Marmore dove si getta nel fiume Nera formando la Cascata delle Marmore.

Il lago nell'arte[modifica | modifica sorgente]

Di suggestiva bellezza, il lago ha rappresentato per molti artisti una tappa obbligata di quel Grand Tour così definito nel 1670 dal prete e scrittore Richard Lassels, autore di An Italian Voyage. Noti i dipinti ad olio realizzati nell'anno 1826 dal pittore francese Jean-Baptiste Camille Corot che hanno come soggetto il suo scenario. Molto nota è anche la fauna ittica.

Fauna Ittica[modifica | modifica sorgente]

Da uno studio del 2010[2] è risultato che le specie ittiche che popolano il lago di Piediluco sono 15 di cui 8 sono alloctone (segnalate con A):

Il carassio dorato (A), la rovella e il temolo (A) risultano scomparse dal lago in tempi più o meno recenti.

La pratica del canottaggio[modifica | modifica sorgente]

Vista dal lungolago
La spiaggia

Il lago di Piediluco è stato scelto dalla Federazione Italiana Canottaggio come sede del Centro Nazionale Remiero, intitolato a Paolo D'Aloja, presidente della Federazione Italiana Canottaggio, che diede notevole impulso alla nascita del Centro Nautico di Piediluco. Per ricordare la sua figura viene organizzato un Memorial che prende il suo nome [3].

Il centro è gestito dal Circolo Canottieri Piediluco [4] ed all'interno vi alloggia stabilmente la Nazionale Olimpica di Canottaggio che utilizza il bacino per i suoi allenamenti e meeting internazionali.

Anche la sezione Canottaggio della Polisportiva Circolo Lavoratori Terni svolge sulle acque del Lago la propria attività. [5]. Va detto che entrambi i circoli locali contribuiscono alla promozione ed alla diffusione del canottaggio a livello amatoriale - agonistico.

La mancanza di correnti e la presenza di venti abbastanza regolari rendono il Lago un eccellente campo di gara per regate nazionali e internazionali. Per questo il Lago è pieno di piccole boe che coprono le distanze di gara di 1000, 1500 e 2000 metri.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ TERNI Lago di Piediluco ….ai piedi del bosco sacro by Umbria OnLine
  2. ^ G. La Porta, V. Angeli, A. Bicchi, A. Carosi, G. Pedicillo P. Viali e M. Lorenzoni (2010), Variations in the fish community in lake Piediluco (Italy) caused by changes in the lake's trophic status and the introduction of alien species, Journal of Applied Ichthyology, 26(2):53-59
  3. ^ Memorial D'Aloja sul sito webComune di Terni
  4. ^ Elenco impianti sportivi Comune di Terni
  5. ^ Sito Polisportiva CLT - Sezione Canottaggio

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]