Laghi di Lavagnina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laghi di Lavagnina
Stato Italia Italia
Regione Piemonte Piemonte
Provincia Alessandria Alessandria
Comune Casaleggio Boiro
Mornese
Bosio
Altitudine 344 m s.l.m.
Idrografia
Immissari principali Gorzente
Emissari principali Gorzente

I laghi di Lavagnina sono due laghi artificiali dell'Appennino ligure in provincia di Alessandria ed interessano i comuni di Casaleggio Boiro, Mornese e Bosio. I laghi sono chiamati uno lago Superiore e l'altro lago Inferiore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nella zona veniva estratto oro, nel 1852 infatti in località Lavagnina, ora sommersa dall'invaso venne costruito uno stabilimento metallurgico per la preparazione dei lingotti. Poi tutte le miniere passarono sotto controllo della Societè Anonyme des Mines d'or du Gorzente con sede a Lione, in Francia. Nel 1913 si esaurì anche l'ultima miniera.[1]La costruzione della diga che era cominciata con l'esaurimento di alcune miniere venne terminata nel 1887 per il lago superiore, mentre per il lago inferiore la costruzione cominciò nel 1911 e finì nel 1917. Nei periodi di secca è visibile cascina Lavagnina e lo stabilimento metallurgico costruito nel 1850.[2]

immagine invernale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunità Montana Alta Val Lemme Alto Ovadese Due Valli da scoprire, Ed. Arca Comunicazione, Novi Ligure, 2003
  2. ^ La zona della Lavagnina su istituto per la storia della resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria "Carlo Gilardenghi"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]