Lagenorhynchus obscurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lagenorinco scuro
DuskyDolphin.jpg

Dusky dolphin size.svg
Lagenorhynchus obscurus

Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Sottoclasse Eutheria
Ordine Cetacea
Sottordine Odontoceti
Famiglia Delphinidae
Genere Lagenorhynchus
Specie L. obscurus
Nomenclatura binomiale
Lagenorhynchus obscurus
(Gray, 1828)
Areale

Cetacea range map Dusky Dolphin.PNG

Il lagenorinco scuro (Lagenorhynchus obscurus) è un delfino altamente gregario e acrobatico che vive nelle acque costiere dell'emisfero meridionale. Venne identificato per la prima volta da John Edward Gray nel 1828. È molto strettamente imparentato geneticamente con il lagenorinco dai denti obliqui, ma il consenso scientifico attuale ritiene che siano due specie distinte.

Nonostante i lagenorinchi scuri e quelli dai denti obliqui vengano tradizionalmente posti nel genere Lagenorhynchus, recenti analisi molecolari indicano che attualmente siano più imparentati con i delfini del genere Cephalorhynchus. Se fosse vero significherebbe che queste due specie andrebbero trasferite in Cephalorhynchus o in un nuovo genere creato apposta per loro.

Descrizione fisica[modifica | modifica wikitesto]

DuskyJump.jpg

Il lagenorinco scuro è di lunghezza medio-piccola rispetto alle altre specie della famiglia. Tra le differenti aree di popolazioni sono presenti significative variazioni di dimensioni. Gli scuri più grandi si incontrano al largo del Perù, dove raggiungono i 210 cm di lunghezza e i 100 kg di peso. Il dorso del delfino è grigio scuro e la pinna dorsale presenta due toni distinti - il margine anteriore ha lo stesso colore del dorso, ma l'estremità è bianco-grigiastro più chiaro. Gli scuri hanno una lunga macchia grigio chiaro che dalle regioni posteriori corre fino al breve rostro grigio scuro. La gola e il ventre sono bianchi. Due striature di colore bianco corrono sul dorso dalla pinna dorsale alla coda. I delfini scuri quando vengono osservati in mare possono essere facilmente confusi con i lagenorinchi australi.Raramente viene anche confuso con l'orca per il dorso bianco e nero ma in maggior casi si differenziano


Caccia[modifica | modifica wikitesto]

Il Lagenorinco scuro, attivo di giorno e di notte, si nutre di pesci e piccoli calamari vive in branco, catturando le prede sia in superficie sia in profondità.

Popolazione e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione di lagenorinchi scuri è sconosciuta, ma al momento le autorità non temono per la sopravvivenza della specie. Il lagenorinco scuro vive nelle acque costiere di Cile, Argentina ed isole Falkland, Namibia e coste occidentali del Sudafrica e intorno a tutta la Nuova Zelanda. Dovrebbero esserci popolazioni residenti anche al largo della Tasmania e del Nuovo Galles del Sud e di alcune piccole isole dall'Atlantico meridionale e dell'oceano Indiano. A metà degli anni novanta un ricognimento aereo al largo della Patagonia indicò che vi era presente una popolazione locale di più di 7000 individui. Gli scuri possono spostarsi su grandi distanze (un individuo si spostò su una distanza di 1440 km confermati). Comunque non si pensa che seguano comportamenti migratori.

Conservazione e dolphin-watching[modifica | modifica wikitesto]

Al largo delle acque costiere peruviane il principale pericolo per i lagenorinchi scuri causato dall'uomo sono le catture accidentali degli esemplari nelle reti dei pescatori. A metà degli anni ottanta a causa delle reti vennero uccisi circa 400-600 animali al largo della Patagonia. Da allora sembra che queste cifre siano molto diminuite, anche grazie ad una più severa regolamentazione dell'industria della pesca. Comunque, nelle acque peruviane, oltre alle catture accidentali, continuano le catture deliberate con reti e arpioni. Il numero degli animali uccisi ogni anno in quest'area si aggira intorno alle migliaia ed è causa di preoccupazione per i conservazionisti.

Grazie al loro comportamento altamente acrobatico e ai loro spostamenti in grandi gruppi chiamati pod, i lagenorinchi scuri sono le star preferite degli amanti del dolphin-watching. Alcune imbarcazioni operano a Kaikoura, sull'Isola del Sud della Nuova Zelanda, sia per osservare gli scuri che in combinazione ad altre gite rivolte all'osservazione dei capodogli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Cetacean Specialist Group 1996, Lagenorhynchus obscurus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  • National Audubon Society: Guide to Marine Mammals of the World ISBN 0-375-41141-0
  • Encyclopedia of Marine Mammals ISBN 0-12-551340-2
  • LeDuc, R.G., Perrin, W.F., Dizon, A.E. (1999). Phylogenetic relationships among the delphinid cetaceans based on full cytochrome b sequences. Marine Mammal Science 15, 619–648.
  • May-Collado, L., Agnarsson, I. (2006). Cytochrome b and Bayesian inference of whale phylogeny. Molecular Phylogenetics and Evolution 38, 344-354.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi