La vita è un miracolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La vita è un miracolo
Vitaèunmiracolo-2004-Kusturica.png
Nataša Šolak e Slavko Štimac in una scena del film
Titolo originale Живот је чудо
Život je čudo
Lingua originale serbo-croato
Paese di produzione Serbia e Montenegro, Francia
Anno 2004
Durata 154 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia drammatica
Regia Emir Kusturica
Soggetto Ranko Božić, Emir Kusturica
Sceneggiatura Ranko Božić, Emir Kusturica
Produttore Alain Sarde, Maja, Emir Kusturica
Produttore esecutivo Pierre Edelman, Christine Gozlan
Casa di produzione Les Films Alain Sarde, Cabiria Films, France 2 Cinéma
Fotografia Michel Amathieu
Montaggio Svetolik Mića Zajc
Musiche Dejan Sparavalo, Emir Kusturica
Scenografia Milenko Jeremić
Costumi Zora Popivić
Interpreti e personaggi
Premi

La vita è un miracolo è un film del 2004 diretto da Emir Kusturica, presentato in concorso al 57º Festival di Cannes.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film narra la storia dell'ingegnere serbo Luka, stabilitosi in uno sperduto paesino tra i monti della Bosnia, di suo figlio Miloš, giovane talentuoso calciatore che sogna di giocare nel Partizan e della moglie Jadranka, lunatica cantante lirica.

Luka ha in mente un progetto di una ferrovia turistica interstatale Serbia-Bosnia, ma viene impedito di ultimarlo dallo scoppio della guerra. In poco tempo viene chiamato alle armi il figlio Miloš, che viene fatto subito prigioniero, Jadranka in preda ad una sempre più visibile follia scappa con uno xilofonista ungherese e Luka trova un grande amore nella persona di Sabaha, una giovane infermiera bosniaca-musulmana, ricevuta come ostaggio per scambiarla con il figlio Miloš.

Kusturica con quest'opera sembra suggerire una visione esistenziale cosmopolita dell'amore, capace di superare le barriere delle ostilità razziali, religiose e geopolitiche.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2004, festival-cannes.fr. URL consultato il 9 luglio 2011.
  2. ^ Cineforum, Volume 45, Edizioni 441-445, 2005, p.136.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema