La vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La vita
Autore Pablo Picasso
Data 1903
Tecnica olio su tela
Dimensioni 197 cm × 127,5 cm 
Ubicazione Museo dell'arte, Cleveland

La Vita è un'opera realizzata nel 1903 dal pittore spagnolo Pablo Picasso, che misura cm 197x127,5. La tecnica utilizzata è quella dell'olio su tela. È conservata nel Museum of Art di Cleveland.

È forse l’opera più rappresentativa del periodo blu. In essa è contenuta l’allegoria della vita; attraverso una simbologia volutamente oscura, Picasso rappresenta il rapporto ciclico tra la nascita e la morte. Tali aspetti fondanti e biunivoci della vita vengono ripresi più volte nell’immagine. Il linguaggio e l’allegoria parte dalla sinistra dalla coppia nuda; essi rappresentano la creazione. Se notiamo la fisionomia dell’uomo in particolare, notiamo che raffigura Carles Casagemas, noto pittore e amico di Picasso, suicidatosi a Parigi nel Febbraio del 1901; secondo molti l’opera può essere considerata un tributo e un ricordo all'amico scomparso, ad ogni modo il tema del suicidio e quindi della morte si connota bene con ciò che l’opera vuole esprimere. L’uomo indica con la mano sinistra la figura emblematica di una madre con in grembo un bambino. Tale figura si contrappone nettamente alla figura femminile sulla sinistra: la donna sulla destra presenta dei tratti rigidi, duri e indossa un costume castigato, la figura sulla sinistra ha invece dei tratti molto morbidi e rimanda, con la propria nudità, un senso di sensualità. Tale cenno sensuale viene però del tutto sublimato dai toni freddi di colore con cui è stata realizzata l’opera. Infine, lo stesso colore madreperlaceo e le ombre livide delle carni rimandano ad un antinaturalismo simbolicamente ed espressionisticamente caricato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) L'opera nel sito ufficiale del Cleveland Museum of Art.
pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura