La valle dell'Eden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi La valle dell'Eden (disambigua).
La valle dell'Eden
Richard Davalos and James Dean in East of Eden trailer.jpg
Richard Davalos e James Dean nel trailer del film
Titolo originale East of Eden
Paese di produzione USA
Anno 1955
Durata 115 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Elia Kazan
Soggetto John Steinbeck (romanzo)
Sceneggiatura Paul Osborn
Fotografia Ted McCord
Montaggio Owen Marks
Musiche Leonard Rosenman
Scenografia James Basevi, Malcolm Bert, George James Hopkins
Interpreti e personaggi

La valle dell'Eden (East of Eden) è un film del 1955 diretto da Elia Kazan.

Il soggetto è tratto dall'omonimo romanzo di John Steinbeck.

È il primo film a colori di Kazan e l'unico girato dal regista ad Hollywood. È anche il primo film con James Dean protagonista. L'unico uscito quando l'attore era ancora vivo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

California, 1917. Mentre l'Europa è in guerra, il giovane Cal, si mostra sempre più insofferente e in conflitto con il padre Adam, scrupoloso osservante degli insegnamenti biblici, in contrapposizione con il quieto e responsabile fratello Aron.

I due ragazzi sono cresciuti senza la madre che in realtà non è morta come è stato fatto credere loro. Cal scopre non solo che è viva ma che gestisce un locale malfamato a Monterey, città non molto distante da Salinas, il centro agricolo dove risiede la famiglia Trask.

L'inquietudine di Cal cresce quando avvicinatosi alla madre per parlarle viene pestato. Lo sceriffo di Monterey, comprese le circostanze, riportandolo a casa gli racconta la vicenda dell'animata separazione fra i suoi genitori sottolineando quanto suo padre sia da ammirare per integrità e rettitudine.

Cal si sente caratterialmente più vicino alla madre, che pure non conosce, ma sebbene col padre non abbia mai legato, si entusiasma nell'assecondarne l'impresa nella quale sta mettendo tutte le risorse di una vita. Adam Trask è convinto che il futuro sia nell'industria conserviera, così si lancia come pioniere nell'allestire un treno merci speciale che trasporti l'intero raccolto di lattuga delle sue terre, dalla California centrale a New York, dove potrà arrivare fresco per i mercati locali, grazie al ghiaccio con il quale sono stati attrezzati i vagoni. Un impedimento lungo il viaggio risulta fatale e per Trask significa la fine di un sogno oltre che una rovina economica.

Cal vuole fare qualcosa per suo padre e ricorda le parole di un uomo d'affari locale, il Sig. Hamilton, che consigliava di investire nei fagioli che, nel caso di un ingresso in guerra degli Stati Uniti, ritenuto probabile, avrebbero avuto un'immediata impennata di prezzo. Affidatosi a questo scaltro investitore al ragazzo mancano "solo" i 5.000 dollari coi quali dare avvio all'affare. Cal si reca allora dalla madre che dà al figlio il prestito, rimanendo molto colpita dall'incontro ma mantenendo le distanze, sincerandosi anche che questo ritrovato contatto non venga rivelato né al marito né all'altro figlio.

Gli Stati Uniti entrano effettivamente in guerra e per Cal, che intravvede ottime prospettive di guadagno, l'umore cresce. Tutto il contrario per il fratello che, rabbuiatosi per il rovescio del padre e preoccupato per la guerra, trascura colpevolmente anche la sua ragazza Abra.

Questa non nasconde la sua attrazione per Cal che trova in lei un'amorevole confidente, forse l'unica persona che lo ascolta e lo capisce.

Per il giorno del compleanno del padre, Cal ritira il frutto dei suoi guadagni che corrispondono esattamente a quanto andato in fumo nella sfortunata impresa della lattuga. Organizzata una piccola festa con l'aiuto di Abra, nel consegnare il proprio regalo Cal viene preceduto da Aron che annuncia il suo fidanzamento con la ragazza. Il padre è felicissimo, mentre nel ricevere l'enorme somma di denaro dal secondo figlio, chiestane la provenienza, la rifiuta ritenendola frutto di speculazione e dunque impura. Cal è distrutto. L'unica cosa portata a compimento, e con grande successo, nella sua vita, viene annientata proprio dal padre, al quale lui l'aveva dedicata in segno di riconciliazione. Accecato dalla rabbia il ragazzo rivela la verità sulla madre al fratello portandolo direttamente nel locale di Monterey e lasciandolo lì. Tornato a Salinas si viene a sapere che Aron, sconvolto, anziché tornare ha preso direttamente un treno per andare ad arruolarsi nell'esercito. Il padre corre alla stazione e fa in tempo a vedere il figlio, completamente fuori di sé, ormai destinato ad andare in guerra. L'uomo ha un ictus che lo lascia paralizzato e senza l'uso della parola. Cal prova a parlargli prima di abbandonare Salinas ma non ci riesce. Abra allora parla ad Adam perché si apra finch'è in tempo, con un gesto di affetto verso il figlio che non ha mai chiesto altro. Così Adam, sforzandosi di parlare, dice al figlio di liquidare l'odiosa infermiera che lo accudisce. Poi gli dice che non ne vuole un'altra, ma che vuole che sia lui ad accudirlo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Contattati Marlon Brando e Montgomery Clift per i ruoli di protagonisti, entrambi rifiutarono. Kazan allora decise di puntare su attori sconosciuti. La scelta per la parte di Cal fu tra Paul Newman e Dean, che fu preferito per la sua istintività.[1]

Dean improvvisò fuori da copione alcune scene come quella che segue il rifiuto del padre del suo regalo, nella quale non era previsto l'abbraccio, che sorprese soprattutto Massey, rendendo però la sua reazione perfetta per Kazan.

Le riprese furono effettuate tra Mendocino ed effettivamente Salinas.

Nel film è presente un blooper, infatti è presente una Dodge Brothers Touring del 1920, mentre il film è ambientato nel 1917[2].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Le mythe James Dean, Europe 1. URL consultato il 21 gennaio 2012.
  2. ^ East of Eden, Movie, 1955

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema