La terra che brucia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La terra che brucia
Titolo originale Der brennende Acker
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1922
Durata 50 min

110 min (versione restaurata) 98 min (USA)

Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia Friedrich Wilhelm Murnau
Sceneggiatura Willy Haas, Arthur Rosen e Thea von Harbou
Produttore Sascha Goron

Erich Pommer, F.W. Murnau, Ludwig Klitzsch (associati)

Casa di produzione Deulig Film e Goron Film
Fotografia Fritz Arno Wagner, Karl Freund
Musiche Alexander Schirmann
Scenografia Rochus Gliese
Interpreti e personaggi

La terra che brucia (Der brennende Acker) è un film del 1922 diretto da Friedrich Wilhelm Murnau.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Johannes Rog, figlio di un vecchio contadino, lavora come segretario del conte Rudenburg. Alla morte del padre, ne eredita la fattoria insieme al fratello Peter. Johannes, però, è posseduto dall'ambizione di impossessarsi dei terreni di Rudenburg, in particolare della "terra del diavolo", nella quale vi è una preziosa fonte di petrolio.

Per arrivare al suo scopo, progetta le sue nozze con Gerda, la figlia del conte: la ragazza, però, va sposa a Ludwig von Lewell. Johannes riuscirà comunque nel suo intento dopo la morte di Rudenburg, sposando Helga, la sua vedova. Helga scopre presto che il marito l'ha sposata solo per interesse e per poter mettere le mani sopra il terreno maledetto. Così, decide di venderlo. Quando Johannes scopre ciò che ha fatto la moglie, la uccide, facendola annegare in un torrente.

Mentre l'uomo lavora nel campo del diavolo, perforandolo alla ricerca del petrolio, Gerda - volendo vendicarsi - provoca un incendio in cui rimane uccisa. Johannes, allora, ritorna alla fattoria e dalla fidanzata Maria.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Deulig-Verleih e dalla Goron Film. Le riprese furono effettuate nel Brandeburgo, a Potsdam, a Neubabelsberg e al Trantow Park[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, distribuito dalla Deulig-Verleih, uscì nelle sale cinematografiche tedesche dopo una prima tenuta ad Amburgo il 3 marzo 1922.

La pellicola era andata persa, ma nel 1978 ne fu recuperata la copia, di proprietà di un sacerdote italiano. Restaurato, il film è stato presentato nel corso della Filmretrospektive Fritz Lang und Friedrich Wilhelm Murnau presentata in Giappone l'11 settembre 2003[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb Locations
  2. ^ IMDb Release Info

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema