La sposa di Habaek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
La sposa di Habaek
manhwa
Cover del primo volume del manhwa
Cover del primo volume del manhwa
Titolo orig. 하백의 신부
(Habaek Eui Sinbu)
Lingua orig. coreano
Paese Corea
Autore Yun Mi-Kyung
Editore Seoul Cultural Publishers
1ª edizione 2006-ongoing
Collanaed. Wink
Volumi 20 (in corso)
Editore it. Flashbook
1ª edizione it. aprile 2008
Collanaed. it. Ladies Garden Series
Periodicità it. trimestrale
Volumi it. 18 (in corso)
Generi sunjong, drammatico, storico, fantasy

La sposa di Habaek (하백의 신부 "Habaek Eui Sinbu") è un manhwa di Yun Mi-Kyung pubblicato in Italia da Flashbook a partire dall'aprile 2008. Attualmente, in Italia, è stato raccolto in 18 volumetti, ma è ancora in corso di pubblicazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Da anni una terribile siccità prosciuga pozzi e canali e rende la terra dura e riarsa, e con essa la vita delle persone. Per placare la collera del dio delle acque Habaek una vergine pura e innocente gli dev'essere offerta in sposa. Soa è la prescelta protagonista di questo manwa: viene messa in un'imbarcazione e abbandonata alla clemenza del terribile dio. Ma quale sarà la vera natura di Habaek? Un vecchio austero e impenetrabile? Un mostro terribile che divora la vittime a lui sacrificate? O non, piuttosto, qualcosa di assolutamente inimmaginabile?

Dal pennino di Yun Mi-Kyung, una storia magica e misteriosa che mescola amore, intrigo, romanzo e mitologia orientale, narrata sapientemente e impreziosita da un disegno assolutamente eccelso - sinuoso, sensuale, seducente, etereo. Una delle migliori opere che il fumetto coreano per ragazza abbia mai saputo regalare! Lasciata in balia delle correnti su una barca, Soa viene sorpresa da una tempesta e al suo risveglio si ritrova nel magico Paese delle Acque dove sorge la maestosa residenza del dio.

Habaek, però, non è come tutti lo immaginano e Soa per prima rimane piuttosto sconcertata dal fatto che egli possegga il corpo di un bambino. Ciò che però non sa è che di notte egli muta forma per prendere le sembianze di un affascinante giovane ed è proprio Habaek stesso che ella incontra in uno dei suoi vagabondaggi notturni; il dio, però, non le rivela la sua identità, spacciandosi per un parente con il nome di Mui.

Da qui prenderà il via la stravagante avventura della nostra protagonista alle prese con questo misterioso giovane e con il suo stravagante marito, contornata da una serie di personaggi piuttosto buffi come il Dio del Fuoco Judong, la dea delle montagne Mura e la terribile dea della distruzione, del dolore e delle punizioni, Suh-wangmo, nonché madre di Habaek. Ma non sarà solo la metamorfosi continua di Habaek il centro della vicenda perché già dal primo volume affiorano i misteri del passato di quest'ultimo e anche quelli legati a Soa che, forse, nasconde inconsciamente qualcosa di molto importante.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Soa: è la bellissima ragazza protagonista della vicenda, la sciamana del villaggio l'ha scelta come sacrificio per il dio delle acque, Habaek, in modo da propiziarsi la pioggia. La stessa sciamana da bambina le aveva detto che nella sua vita avrebbe amato due uomini. Ha una sorellina più piccola e nonostante la sua famiglia le manchi molto è determinata a compiere il suo dovere. È dotata di grande forza di volontà in certe circostanze, anche se nella maggior parte sembra avventata e insicura. Ci viene rivelato che nasconde un segreto e ha un legame particolare con Nangbin, la prima moglie del dio.
  • Habaek/Mui: è il dio dell'acqua secondo le leggende coreane e abita nel Mondo delle Acque, di giorno ha le sembianze di un bambino più o meno dell'età della sorellina di Soa, ma di notte si trasforma in un giovane affascinante e un po' sfrontato. È facilmente irritabile, ma la sua collera non dura mai troppo a lungo. Pare che nel suo passato ci sia una vicenda dolorosa legata alla sua prima moglie, Nangbin, al suo amico e generale, Huye, a sua madre e all'Imperatore.
  • Huye: è il generale di Habaek e la sua guardia del corpo, inizialmente Soa ha scambiato lui per il dio. È molto bravo con arco e frecce e il dio del fiume si fida ciecamente di lui. Non si sa quasi nulla del suo passato, ma pare che faccia parte di una vicenda ancora oscura assieme ad Habaek e ad altri personaggi... si scopre in seguito essere il fratello della 1 moglie di Habaek
  • Dea Mura: rappresenta una montagna. Vive nel Paese delle Acque come ospite del dio del fiume; è un personaggio di cui si sa poco, ma è innamorata di Habaek da molto tempo, prima ancora che lui sposasse Nangbin. I suoi sentimenti per Soa non ci sono ancora stati rivelati.
  • Judong: dio del fuoco, anche lui è ospite temporaneo di Habaek con cui entra spesso in conflitto e tra i due esiste una latente antipatia. È un personaggio piuttosto vivace e curioso.
  • Yohui: è la dea sciamana e fa parte degli ospiti del dio Habaek, è dolce e allegra e molto amica di Soa.
  • Taeeuljinin: è un inventore pazzo e filosofo, il medico del mondo dei cieli grande amico di Habaek, sempre alla ricerca di qualche cliente per le sue strampalate invenzioni; pare che conosca tutto il segreto riguardante il passato di Habaek.
  • Yugo: è il "maestro di casa" della residenza del dio Habaek, si sa che è un informatore della madre del dio.
  • Suh-wangmo: è la madre di Habaek, rappresenta la dea della vendetta, delle torture, dell'amore e della bellezza. Dopo aver conosciuto Soa parteggia per lei; conosce la storia del passato di suo figlio col quale, tuttavia, non è rimasta in contatto per molto tempo. È una donna molto bella, ma a volte anche crudele. Ha dei buffi messaggeri alati che recapitano le missive per lei e quando si sposta porta con sé un'intera montagna!
  • Panwan: messaggero dell'imperatore col quale Habaek non va molto d'accordo; può assumere le sembianze di lupo e porta sempre una maschera raffinata. Ha un interesse particolare per Soa.
  • Nangbin: è stata la prima moglie del dio Habaek. Soa ha sovente delle immagini o dei ricordi di lei, stando alle parole dei personaggi, pare che in parte le somigli. Viene detto che Habaek l'amava moltissimo. È un personaggio avvolto dal mistero.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Disegnato magistralmente, l'autrice mette nelle tavole tutta la sua cura presentando personaggi dai tratti raffinati e sfondi curatissimi, ma, allo stesso tempo, ricchi di fiori e palazzi, ghirigori e ornamenti. La rappresentazione degli abiti, poi, è curata e precisa mentre sete e cotone si mescolano dando vita ad una figura elegante e raffinatissima.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La storia del dio Habaek fa parte dei miti più antichi della Corea e narra del dio del grande fiume Yalu. Due sono le storie che riguardano principalmente questo protagonista: la prima è quella che l'autrice ci racconta in parte attraverso i ricordi del protagonista e di Huye, il suo generale, l'altra, invece, ha come centro della vicenda, oltre ad Habaek, anche le sue tre figlie: Yuhwa, Hweonhwa, e Wuihwa. Il dio Haemosu, invaghitosi della maggiore delle tre, la rapisce dal Paese delle Acque, scatenando l'ira del padre che lo sfida a duello. Si ha così uno scontro a colpi di metamorfosi che vede Habaek trasformato in carpa e ferito dal suo rivale, mutatosi in lontra. Successivamente il padre della ragazza si trasforma in un cervo, ma viene catturato da Haemosu cambiatosi in lupo. Per finire, Habaek tenta di tramutarsi in quaglia e Haemosu lo batte diventando un falco.

A questo punto l'augusto genitore acconsente al matrimonio della figlia e manda assieme alla coppia di sposi anche la minore delle tre, Yuhwa che, tuttavia, scappa. Adirato, il padre la caccia allora dal suo regno, condannandola ad una vita mortale. Yuhwa verrà adottata all'interno della famiglia nobile del luogo e, successivamente, grazie alla sua bellezza e alla sua intelligenza, riuscirà anche a sposarne l'erede.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga