La scimmia sulla schiena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La scimmia sulla schiena
Titolo originale Junkie
Autore William Burroughs
1ª ed. originale 1953
Genere romanzo
Sottogenere semi-autobiografico
Lingua originale inglese

La scimmia sulla schiena (titolo originale Junkie) è un romanzo del 1953 di William Burroughs, pubblicato la prima volta in Italia nel 1962.

Il titolo si riferisce all'espressione usata dall'autore per indicare l'astinenza da eroina e morfina (astinenza che indica dipendenza) che si manifesta con dolori alla schiena causati dal diminuire dell'effetto anestetico dell'eroina al sistema nervoso periferico ed in particolare al midollo allungato. È un libro molto apprezzato per il suo linguaggio crudele e beffardo, e nonostante la natura narrativa del libro, vengono spiegate con molta precisione e lucidità le sue esperienze drogastiche e l'effetto della morfina e dell'eroina sull'uomo.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Burroughs comincia a scrivere Junkie a Città del Messico, dove rimase dal 1948 al 1950, sotto il governo Aleman, quando frequentava l'Università del Messico con una borsa di studio per ricerche sulla storia azteca e i codici, la lingua e l'archeologia maya. Burroughs assumeva eroina e morfina già dai tempi di New York e New Orleans, che comprava o legalmente con normali ricette mediche (all'epoca queste droghe erano vendute in farmacia) o al mercato nero, e proprio queste sue esperienze sono alla base de La scimmia sulla schiena.

A differenza dei successivi romanzi, volti a sovvertire la coscienza del lettore, e creare un nuovo linguaggio capace di sopperire le falle della comunicazione scritta e orale, Junkie ha il compito di fare da premessa ad una mente consapevole e lucida.[senza fonte] L'autore otteneva le ricette mediche di eroina o di morfina inventando ai dottori le scuse più strane e bizzarre. Burroughs razionalmente ed obbiettivamente annota la sua esperienza di tossicomane in genere, da medico, da antropologo, per testare gli effetti delle droghe ed osservarne i risultati. Alla fine dell'opera si parla dello yage e della telepatia che diventeranno temi costanti nelle successive opere di Borroughs.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura