La sanguinaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sanguinaria
La sanguinariа.png
Una scena del film
Titolo originale Deadly Is the Female
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1950
Durata 86 min
Colore b/n
Audio sonoro
Genere Film noir
Regia Joseph H. Lewis
Soggetto MacKinlay Kantor
Sceneggiatura Dalton Trumbo, MacKinlay Kantor
Produttore Frank King, Maurice King
Casa di produzione United Artists
Fotografia Russell Harlan
Montaggio Harry Gerstad
Musiche Victor Young
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La sanguinaria (Deadly Is the Female, conosciuto anche con il titolo Gun Crazy) è un film noir del 1950 diretto da Joseph H. Lewis. Si ispira vagamente alle gesta di Bonnie e Clyde[1] e vede come protagonisti John Dall e Peggy Cummins nei ruoli di due coniugi rapinatori.

Nel 1998 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bart Tare, un ex militare con un passato in riformatorio per aver rubato una pistola, nutre sin dall'infanzia un'insana passione per le armi da fuoco. Scontata la pena e finito il servizio di leva, decide di ritornare al suo paese natale, ritrovando sua sorella e i suoi due più cari amici. Durante una fiera, Bart incontra Annie, una ragazza che svolge uno spettacolo con delle pistole, anche lei appassionata alle armi; tra i due è amore a prima vista. I due decidono di fuggire e cominciare una nuova vita insieme, ma dopo il matrimonio Annie inizia a lamentarsi della loro misera situazione finanziaria; decidono così di sfruttare le loro qualità commettendo una rapina dietro l'altra. In coppia iniziano ad assaltare rifornimenti di benzina, alimentari e soprattutto banche, finché durante un colpo non ci scappa il morto: per loro è l'inizio della fine. Braccati dalla polizia, i due protagonisti cominciano una difficile corsa contro il tempo, una disperata fuga da uno stato all'altro degli Usa nel tentativo di non farsi prendere. Ma il loro destino sembra ormai segnato; il loro amore è talmente forte da far crescere in Bart ed Anna la consapevolezza di dover morire insieme, piuttosto che farsi arrestare.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Cast, regia e sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

La sceneggiatura del film fu scritta da MacKinlay Kantor e dal futuro premio Oscar Dalton Trumbo. Trumbo, a causa di una sua presunta adesione al comunismo, venne iscritto dal governo americano nella lista nera e fu costretto a firmare la sceneggiatura con lo pseudonimo di Millard Kaufman, nome "prestatogli" dall'omonimo sceneggiatore.

La scena della rapina in banca fu filmata a Montrose in California con un unico piano sequenza, con la macchina da presa situata nei sedili posteriori della cadillac di Bart ed Annie; il regista, in questa scena, diede ai protagonisti la possibilità di improvvisare i loro dialoghi e si racconta come il tutto fu girato senza che nessuno, a parte gli attori coinvolti (i due protagonisti, la guardia giurata e le persone all'interno della banca) e la troupe, sapesse che stavano girando un film; durante la sequenza John Dall recita la battuta "speriamo di trovare un parcheggio da qualche parte", intendendo che realmente non sapeva se avrebbero trovato un posto in cui parcheggiare, vista la tecnica registica e l'alto margine d'improvvisazione della scena. In aggiunta, è possibile notare come alcune persone lungo la strada gridino spaventate, credendo di aver assistito per davvero ad una rapina in banca.[3]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

  • Il racconto ha la traiettoria tesa di una fucilata; è questo il commento del dizionario Morandini che assegna al film quattro stelle su cinque, esaltando anche il taglio espressionistico della fotografia.[4][5]
  • Il dizionario Farinotti gli assegna tre stelle su cinque senza fornire alcun giudizio critico.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trivia 1 per La sanguinaria su imdb.com
  2. ^ (EN) Librarian of Congress Names 25 More Films To National Film Registry, Library of Congress, 16 novembre 1998. URL consultato il 6 gennaio 2012.
  3. ^ Trivia 2 per La sanguinaria su imdb.com
  4. ^ M. Morandini, Il Morandini 2003, Zanichelli 2002 - pag.1199
  5. ^ Commento de Il Morandini su Mymovies.it
  6. ^ Pino Farinotti, Il Farinotti 2009, Newton Compton Editori 2008 - pag.1724

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema