La rivolta (film 2001)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La rivolta
Titolo originale Uprising
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2001
Formato film TV
Genere drammatico
Durata 163 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio sonoro
Crediti
Regia Jon Avnet
Sceneggiatura Jon Avnet, Paul Brickman
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Maurice Jarre
Prima visione

La rivolta (Uprising) è un film per la televisione del 2001 diretto da Jon Avnet.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un giorno, precisamente il 18 gennaio del '43 i nazisti effettuano un rastrellamento nel ghetto di Varsavia in Polonia. Prendono in consegna molti ebrei, per trasferirli al campo di sterminio di Treblinka.

Questo modo di procedere non era tuttavia una novità per gli ebrei di Varsavia; quel giorno un gruppo di giovani si ribellò al rastrellamento, creando noie ai nazisti per un mese: era infatti il giorno della rivolta del ghetto di Varsavia, quando gli ŻOB e gli ŻZW riuscirono a cacciare i nazisti dal ghetto.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha suscitato polemiche in Polonia, a causa di alcune carenze storiche e di come è stato mostrato l'atteggiamento dei polacchi durante l'Olocausto. La maggior parte delle persone di nazionalità polacca nel film è anti-semita, guarda indifferentemente o approva lo sterminio degli ebrei. È stato taciuto il fatto che i polacchi erano anche repressi e condannati allo sterminio da parte dei nazisti. Chi tentava di aiutare gli ebrei in Polonia rischiava di essere fucilato sul posto.


Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione