La ragazza dello Sputnik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La ragazza dello Sputnik
Titolo originale Supūtoniku no koibito
Autore Haruki Murakami
1ª ed. originale 1999
Genere Romanzo
Sottogenere Romanzo d'amore
Lingua originale giapponese
Ambientazione Giappone, Grecia
Protagonisti Sumire
Altri personaggi Myu
Preceduto da L'uccello che girava le Viti del Mondo
Seguito da Kafka sulla spiaggia

La ragazza dello Sputnik (Suputoniku no koibito) è un romanzo di Haruki Murakami del 1999. La prima traduzione italiana di Giorgio Amitrano è stata pubblicata nel 2001 per i tipi di Einaudi, nella collana "I coralli".

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo viene raccontato in prima persona dal protagonista, un uomo di cui non si conosce il nome. Egli è un maestro di scuola elementare che si innamora di una ragazza di nome Sumire.
Lei legge molti libri e uno dei suoi autori preferiti è Jack Kerouac; non ricambia l'amore del protagonista, ma lo considera come amico e confidente, una persona di cui sembra non poter fare a meno.
Con il tempo, Sumire, scopre di essersi innamorata di una donna di origine coreana, quasi quarantenne, molto attraente di nome Myu. Lei gestisce un'azienda di importazione vinicola in Giappone e per un certo periodo Sumire la aiuta come segretaria.
L'amore che la giovane ragazza prova per l'imprenditrice non viene ricambiato; nonostante anche quest'ultima sembri essersi innamorata c'è qualcosa nel suo passato che le impedisce di concretizzare in amore il suo sentimento.
I destini di questi tre personaggi si inseguiranno e si incroceranno durante tutto il racconto.

I personaggi[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

  • Myu, donna matura, sposata, benestante.
  • Sumire, ragazza impulsiva, disordinata, generosa, appassionata dello scrittore Jack Kerouac.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura