La prossima vittima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La prossima vittima
Eyefonaneye.png
Sally Field in una scena del film
Titolo originale Eye for an Eye
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1996
Durata 101 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia John Schlesinger
Soggetto Erika Holzer
Sceneggiatura Rick Jaffa, Amanda Silver
Fotografia Amir M. Mokri
Montaggio Beth Jochem Besterveld Peter Honess
Musiche James Newton Howard
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La prossima vittima (Eye for an Eye) è un film del 1996 diretto da John Schlesinger.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Karen McCann (Sally Field) è una donna sposata con Mack (Ed Harris) ed è madre di due figlie, la 17enne Julie, avuta da una precedente relazione e la piccola Megan, di soli sei anni. Il suo matrimonio è felice, il suo lavoro le piace e la soddisfa. Un giorno, la sua vita viene sconvolta quando Robert Doob (Kiefer Sutherland), uno sbandato che aveva adocchiato Julie durante il suo lavoro di fattorino porta a porta, introdottosi in casa sua mentre l'adolescente è sola, la violenta ed uccide brutalmente, mentre lei assiste per telefono alla terribile agonia della figlia. Successivamente incastrato dalla prova del DNA ed arrestato dalla squadra di Polizia capitanata dal Sergente Joe Denillo (Joe Mantegna), durante il processo a suo carico un cavillo giudiziario gli permette di evitare il carcere. L'assassino viene così rilasciato, facendo sprofondare ancora di più in un incubo la vita di Karen. Sentendosi abbandonata da tutti coloro che le avevano promesso giustizia e straziata dal dolore, Karen inizia a partorire l'idea di farsi giustizia da sola. Comincia così a seguire Robert Doob nei suoi tragitti casa - lavoro e si iscrive ad un Circolo di persone che, come lei, hanno perso dei loro cari per mano di assassini che non sono mai stati puniti. Qui, ne conosce ben presto alcuni dei membri: Angel, una donna nera con la quale stringe una bella amicizia ed uno sfuggente individuo, il quale le fa capire di essere una persona che la può aiutare nel realizzare il suo intento. Riacquistata un po' di fiducia, Karen si fa procurare dall'uomo una pistola ed inizia a frequentare un corso di difesa personale ed uno di tiro a segno. Nel frattempo, scopre con amarezza che Angel in realtà non è vittima della malagiustizia come le aveva fatto credere, ma un'incaricata dell'FBI che frequentava il Circolo al solo scopo di vigilare che nessuno dei membri mostrasse, come lei, il desiderio di vendicarsi contro gli assassini dei propri cari commettendo atti contro la legge. Messa con le spalle al muro, Angel tenta di dissuadere Karen dal suo intento ma successivamente, dopo un nuovo stupro - omicidio commesso da Robert Doob ai danni di una giovane donna sudamericana al quale consegnava la spesa a domicilio, vedendo che neanche a seguito di quel crimine l'assassino viene incarcerato, Karen decide di proseguire nel suo piano. Dopo aver perciò fatto andare via il marito e la figlia più piccola per una località turistica assicurando loro che li avrebbe raggiunti dopo aver risolto un problema di lavoro, Karen attira Robert Doob a casa sua e lo uccide. Quando la Polizia giunge sul posto, il Sergente Joe Denillo capisce cos'è successo in realtà ma, constatando anche lui che non c'era altro modo per fermare la furia omicida del criminale e capendo i sentimenti di Karen, la fa apparire come una delle potenziali vittime di Robert Doob, assolvendola al fine per legittima difesa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema

Categoria.Film Paramount Pictures