La piccola fiammiferaia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi La piccola fiammiferaia (disambigua).
La piccola fiammiferaia
Titolo originale Den Lille Pige Med Svovlstikkerne
The Little Match Girl - Bayes 1889.jpg
Illustrazione di Bayes del 1889
Autore Hans Christian Andersen
1ª ed. originale 1848
Genere fiaba
Lingua originale danese

La piccola fiammiferaia (Den Lille Pige Med Svovlstikkerne) è una fiaba danese di Hans Christian Andersen, pubblicata per la prima volta nel 1848, nel quinto volume di Nye Eventyr ("Nuove fiabe").

Trama[modifica | modifica sorgente]

È la notte di Capodanno, e la Piccola Fiammiferaia è in strada, al freddo, a vendere fiammiferi. Non ne ha venduto ancora neppure uno; sta gelando ma non osa tornare a casa perché teme la reazione che il patrigno avrebbe vedendola rientrare senza un soldo di incasso.

Cercando disperatamente di scaldarsi, la Piccola Fiammiferaia inizia ad accendere qualche fiammifero. Per ogni fiammifero acceso, un'immagine appare davanti a lei, sparendo poi quando la fiamma si spegne; prima le appare una stufa, poi un tavolo imbandito, poi un albero di Natale.

Quando una stella cadente attraversa il cielo, alla Piccola Fiammiferaia torna alla memoria la nonna morta, che era solita raccontarle che ogni stella cadente è un'anima che vola in Paradiso. Accendendo un nuovo fiammifero, la bambina vede sua nonna; per prolungare quella visione, accende velocemente tutti i fiammiferi.

Quando anche l'ultimo fiammifero si spegne, la Piccola Fiammiferaia sogna di essere portata in cielo dalla nonna.

Il suo corpo senza vita viene ritrovato il mattino seguente nella neve, con un sorriso in volto e un mazzetto di fiammiferi spenti in mano.

Adattamenti[modifica | modifica sorgente]

La piccola fiammiferaia è stata adattata varie volte per lo schermo.

Esistono delle sue versioni già ai tempi del muto: nel Regno Unito venne prodotto nel 1902 un The Little Match Seller diretto da James Williamson, seguito da un The Little Match Seller del 1912, prodotto nel Stati Uniti e diretto da Joseph Sullivan.

Nel 1928 da Jean Renoir (La piccola fiammiferaia (del 1928)) e nel 1953 da Romano Scarpa (La piccola fiammiferaia).

Nel 1937, la Screen Gems ne ha tratto un cartone animato, che ha ricevuto la nomination all'Oscar, poi vinto da Il vecchio mulino di produzione Disney.

Agli anni settanta risalgono le due versioni animate giapponesi.

Un'ultima versione Disney della fiaba la si può trovare nel doppio disco dvd de La sirenetta. Questa versione doveva far parte del terzo seguito di Fantasia che però sembra non sia mai stato ultimato.

Il compositore tedesco Helmut Lachenmann ha messo in musica la fiaba di Andersen. La composizione ha avuto la sua prima rappresentazione ad Amburgo nel 1997; nel 2003 una versione modificata è stata rappresentata a Tokio. Esistono incisioni di ambedue le versioni

Il compositore italiano Claudio Vaira ha scritto parole e musica per la fiaba di Andersen. La composizione ha avuto la prima rappresentazione nel 2013 al Nuovo Teatro delle Commedie di Livorno. Valentina Vitolo, soprano (la piccola fiammiferaia) Arianna Rondina, soprano (la nonna) Giorgio Marcello, baritono (la stufa) Fabio Machiavelli e Matteo Lenzi, percussioni Angela Panieri, piano. Coro a 4 voci miste e coro dei ragazzi dell'Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale P.Mascagni - Livorno.

Un'altra versione musicale, intitolata "The Little Match Girl Passion", è stata scritta dal compositore amaricano David Lang, per la quale ha anche vinto il Premio Pulitzer per la musica nel 2008.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Lo scrittore americano Ambrose Bierce, nel 1874, scrisse "Storiellina" ("The little story") una parodia grottesca e macabra della fiaba.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura