La notte dell'aquila (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La notte dell'aquila
Caine-la notte dell'aquila.png
Una scena del film
Titolo originale The Eagle Has Landed
Paese di produzione USA, Gran Bretagna
Anno 1976
Durata 135 min (GB), 123 min (USA), 145 min (DVD), 130 min (DVD Ita)
Colore colore
Audio sonoro
Genere guerra
Regia John Sturges
Soggetto Jack Higgins (romanzo)
Sceneggiatura Tom Mankiewicz, Jack Higgins
Casa di produzione Associated General Films / ITC
Fotografia Anthony B. Richmond
Musiche Lalo Schifrin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La notte dell’aquila (The Eagle Has Landed) è un film di guerra del 1976 diretto da John Sturges, ispirato al best-seller omonimo di Jack Higgins.

Trama[modifica | modifica sorgente]

1943, seconda guerra mondiale; dopo la liberazione di Benito Mussolini sul Gran Sasso da parte di Otto Skorzeny ed SS tedesche, Adolf Hitler si convince che un'azione così audace possa essere ripetuta per catturare il Primo Ministro Winston Churchill durante la sua permanenza in un paesino del Norfolk in Inghilterra ed imprimere così un decisivo mutamento alle sorti della guerra. Per compiere questa azione viene incaricato un "basista", l'irredentista irlandese Liam Devlin, che sarà raggiunto in un secondo momento dai migliori uomini del colonnello Kurt Steiner che si lanceranno in Inghilterra indossando le divise di paracadutisti polacchi.

Il piano fallisce per puro caso e nello scontro a fuoco che ne segue tra i soldati tedeschi della spedizione ed i soldati americani di una vicina base, perde la vita la maggior parte dei partecipanti all'operazione che prevede il rapimento dello statista inglese. Nonostante tutto, un ufficiale tedesco gravemente ferito riesce a rientrare in Germania grazie ad un U-Boot, l'irlandese Devlin, che nel frattempo si è innamorato di una ragazza locale, decide di fuggire nella natìa Irlanda, mentre il colonnello Steiner non rinuncia alla sua missione e, prima di essere colpito mortalmente, riesce a uccidere Churchill.

Alla fine si scopre che, quello che sembrava essere il primo ministro britannico, è in realtà un attore e che il vero Churchill si trova in Persia, impegnato nella conferenza di Teheran con gli altri due esponenti delle forze alleate.


Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La figura del colonnello Kurt Steiner è chiaramente ispirata a Kurt Student, uno degli ufficiali più intrepidi dell'esercito tedesco, famoso per la liberazione di Mussolini da Campo Imperatore e per aver pianificato varie azioni molto ardite come un attentato al generale Eisenhower, poi non realizzato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]