La notte dei morti viventi 3D

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La notte dei morti viventi 3D
Titolo originale Night of the Living Dead 3D
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2006
Durata 80 min.
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere orrore
Regia Jeff Broadstreet
Soggetto George A. Romero
Sceneggiatura Robert Valding, George A. Romero, John A. Russo
Produttore Jeff Broadstreet
Produttore esecutivo Ingo Jucht
Casa di produzione Lux Digital Pictures
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Andrew Parke
Montaggio Robert Valding
Effetti speciali Robert Valding, Adam Lima
Musiche Jason Brandt
Costumi Lisa Norcia
Trucco Jennifer Albrecht
Interpreti e personaggi

La notte dei morti viventi 3D è un film horror statunitense del 2006 diretto da Jeff Broadstreet, con Sid Haig, Brianna Brown e Adam Chambers.

Il film è un remake apocrifo del cult movie del 1968 La notte dei morti viventi, di George A. Romero. A differenza del remake ufficiale del 1990, questo remake venne fatto senza permesso dei creatori del film originale. Inoltre il film venne girato con la tecnica del 3D.

Il film uscì nelle sale statunitensi il 10 novembre 2006, mentre in Italia uscì direttamente in DVD il 27 agosto 2010.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Barbra e suo fratello Johnny viaggiano nella campagna per partecipare al funerale della loro zia, ma arrivano tardi e finiscono nel cimitero. Vedono che il luogo è vuoto, ma vengono poi attaccati da alcuni zombie. Johnny fugge in auto lasciando Barbra da sola in balia degli zombie, ma viene in seguito salvata da Ben, uno studente universitario. Il ragazzo porta Barbra alla fattoria dei Cooper, i quali si barricano a causa dell'attacco degli zombie. Quando la fattoria viene circondata dal gruppo di zombie, il becchino del luogo Gerald racconta al gruppo di sopravvissuti una storia: la storia delle origini degli zombie...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il regista Jeff Broadstreet scrisse la parte di Gerald Tovar Jr. espressamente per Sid Haig, ma non glielo rivelò fino alla fine delle riprese[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Imdb

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema