La moglie celebre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La moglie celebre
Titolo originale The Farmer's Daughter
Paese di produzione USA
Anno 1947
Durata 97 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia H.C. Potter
Soggetto Hella Wuolijoki
Sceneggiatura Allen Rivkin e Laura Kerr
Fotografia Milton R. Krasner
Montaggio Harry Marker
Musiche Leigh Harline
Scenografia Feild M. Gray, Albert S. D'Agostino, Harley Miller e Darrell Silvera
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

La moglie celebre è un film del 1947, diretto dal regista H.C. Potter.

Caterina Holstrom (Loretta Young), unica figlia femmina di un fattore di origine svedese, con una moltitudine di fratelli, parte alla volta di Capitol City, per frequentare un corso da infermiera.

Arrivata alla stazione degli autobus, per un banale ritardo, essa viene avvicinata da Adolfo, un imbianchino itinerante, amico di famiglia, che le offre un passaggio per portarla in citta'. Ma la macchina dell'uomo si guasta e Caterina, oltre a rimetterci tutti i suoi risparmi per riparare l'auto, e' costretta a passare la notte in una pensione di periferia, insieme ad Adolfo, in camere separate. Il giorno dopo, Caterina al suo risveglio, non trova piu' l'imbianchino, ma solo il conto da pagare. Con mezzi di fortuna raggiunge la citta' in cerca dell'uomo e dei suoi risparmi che egli aveva promesso di renderle, ma non trova altro che Adolfo ubriaco, che tenta maldestramente di sedurla. Alla sua richiesta di denaro, lui minaccia di rivelare che hanno passato la notte insieme nella stessa camera, cosi Caterina abbandona il campo, non senza prima averlo malmenato a dovere.

Attraverso un'agenzia, riesce a trovare lavoro per riguadagnare il denaro perduto, come cameriera in casa del senatore Glenn Morley(Joseph Cotten), dove anche sua madre la prende in simpatia. Caterina accetta di restare solo per due mesi.

Nel tempo che trascorre, il senatore mostra un delizioso quanto malcelato interesse per la giovane donna, ricambiato anche da Caterina, graziosissima, e che Morley scopre, peraltro, molto intelligente. Allo scadere del termine prefissato, Caterina da' il preavviso per andarsene e frequentare il corso da infermiera, ma un 'provvidenziale' raffreddore della madre di Morley fa sì che essa rimanga fino al ritorno del senatore da un improvviso viaggio in Europa.

Su suggerimento del senatore stesso e con l'aiuto di sua madre, Caterina comincia a frequentare un corso serale all'università, dove piano piano si accosta alla politica. Le idee di Caterina, naturalmente, sono a favore del popolo, come ogni buon lavoratore e in netto contrasto con quelle del signor Finley, (membro del partito di Morley) chiamato a sostituire un altro membro deceduto all'improvviso.

In una discussione verificatasi a casa del senatore, proprio per la scelta del candidato, dove Caterina manifesta in separata sede, in maniera un po' piu' che velata le sue idee, contrarie alla politica di Finley, ella su invito del senatore stesso partecipa come spettatrice ad un comizio, dove al momento delle domande, la donna si alza e chiede a Finley perche' vuole andare alla Camera. Si crea cosi un battibecco, nel quale Caterina enumera le innumerevoli mancanze di Finley. In questo modo, ella pur contro la sua volonta', viene 'arruolata' dal partito dell'opposizione. Caterina, dunque, suo malgrado, (pur essendosi innamorata del senatore), deve lasciare casa Morley e diventa un candidato per andare alla Camera. Viene cosi' raggiunta dai fratelli, che la sostengono nella scalata politica. Morley, in partenza per Washington, passa a salutarla e le da' consigli su come parlare in pubblico, manifestando solo con lo sguardo il suo amore per lei.

Con pochi semplici consigli da parte di Morley, Caterina riscuote grandi consensi, oltre che alte percentuali di voto.

Ma si riaffaccia Adolfo, che, in cerca di facili quattrini, si reca al partito di Morley, dove cerca di screditare Caterina, parlando di quell'unica notte, ove naturalmente nulla era accaduto. La madre del senatore lo scaccia in malo modo, rifiutando il ricatto dell'uomo. Finley si sente minacciato e raccatta informazioni, avvertendo anche una giornalista, interessata sentimentalmente al senatore e avversa a Caterina. La madre del senatore, pur essendo restia in un primo momento, finisce col cedere alle pressioni dei membri del partito per vincere le elezioni e la notizia viene pubblicata.

Morley, sdegnato, abbandona il partito e raggiunge Caterina, che nel frattempo, per la vergogna, era scappata da Capitol City, ritornando da suo padre. Lui la raggiunge e finalmente i due innamorati si manifestano l'un l'altra.

All'annuncio del matrimonio al padre di Caterina, egli pero' redarguisce severamente la figlia, che sapeva benissimo innocente, rimproverandola di avere scelto la via piu' facile, rinunciando a lottare, scappando e aggiungendo: "uomo o donna, se non vuoi batterti per la verità, non sei degna di andare alla Camera." Cosi Morley e Caterina si fidanzano e ripartono per Capitol City.

Nel frattempo, la madre del senatore, resasi conto di essere stata mal consigliata e dispiaciuta di essersi fatta influenzare da Finley, lo riceve nel suo salotto, scoprendo, attraverso un discreto interrogatorio, che Finley non solo e' un razzista in ogni senso, ma che ha anche costituito un'organizzazione nascosta, una sorta di polizia segreta. Appura cosi che l'uomo ha pagato ad Adolfo, l'imbianchino bugiardo, ben 500 $ per sostenere le bugie su Caterina e per impedire che egli venga eventualmente convinto a ritrattare da chicchessia, lo tiene nascosto in un villino di campagna.

Parte cosi una spedizione alla ricerca di Adolfo, che viene ritrovato e costretto a confessare alla radio le sue bugie, additando Finley come unico colpevole. Il senatore Morley promette di rientrare nel partito solo se Finley verra' cacciato via, oltre ottenere di assicurare appoggio a Caterina per le elezioni.

Cosi' avviene e Caterina, dopo aver sposato Morley, viene eletta alla Camera all'unanimita'.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema