La messa è finita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La messa è finita
Messafinita.JPG
Una scena del film
Titolo originale La messa è finita
Paese di produzione Italia
Anno 1985
Durata 94 min
Colore colore
Audio sonoro monofonico
Rapporto 1,78:1
Genere drammatico
Regia Nanni Moretti
Soggetto Nanni Moretti, Sandro Petraglia
Sceneggiatura Nanni Moretti, Sandro Petraglia
Produttore Achille Manzotti per Titanus
Distribuzione (Italia) Titanus
Fotografia Franco Di Giacomo
Montaggio Mirco Garrone
Musiche Nicola Piovani
Scenografia Amedeo Fago, Giorgio Bertolini
Costumi Lia Francesca Morandini
Interpreti e personaggi
Premi

La messa è finita è un film del 1985 diretto da Nanni Moretti.

In concorso al Festival di Berlino del 1986, il film ha vinto l'Orso d'argento, gran premio della giuria e ottenuto la menzione speciale della giuria Cicae.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Anni ottanta: don Giulio, sacerdote inviato in missione in un Paese lontano per alcuni anni, ritorna a Roma, sua città natale, dove gli viene assegnata una piccola parrocchia di periferia. Ristabilisce i rapporti con la sua famiglia e cerca di riprendere i contatti con gli amici d'infanzia. Tuttavia, ben presto si accorge che ogni cosa è cambiata: il suo amico Saverio, deluso da una storia d'amore finita male, è divenuto paranoico ed è chiuso in casa. Cesare, dichiara di voler avvicinarsi al cattolicesimo ma la sua sembra una decisione di convenienza e non dettata da vera fede. Un altro amico, Andrea, ha un passato di terrorista ed è alle prese col processo.

L'ex parroco, don Antonio, vive vicino alla chiesa e ha messo su famiglia. Un altro amico, Gianni, vive la sua omosessualità non dichiarata. Don Giulio non riesce a far breccia in nessuna delle loro vite. La situazione peggiore è però all'interno della sua famiglia, dove suo padre, ormai anziano, prende una cotta per una ragazza molto più giovane e lascia la moglie, che entra in una profonda depressione. Mentre il giovane prete perde l'entusiasmo che aveva caratterizzato il suo arrivo nella parrocchia, sua madre, incapace di accettare l'addio del marito, si toglie la vita.

Come se non bastasse la sorella Valentina gli comunica che ha intenzione di andarsene a vivere da sola e di abortire il figlio avuto con il fidanzato Simone, un giovane uomo immaturo e stravagante che ha come unico interesse il birdwatching sui monti. Celebrando la messa per il matrimonio di Cesare, Giulio annuncia ai fedeli di voler lasciar la parrocchia per andare in una sperduta missione in Patagonia, dove per molti anni ha svolto la propria opera un frate francescano da lui incontrato a Roma. Il confronto con gente semplice e povera darà a don Giulio l'occasione per recuperare la fede nel sacerdozio.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Il film segna la prima collaborazione di Moretti con Nicola Piovani, dopo i primi quattro film musicati da Franco Piersanti. Della colonna sonora fanno parte anche il brano di Bruno Lauzi del 1964 Ritornerai[1], Sei bellissima di Loredana Berté e I treni di Tozeur di Franco Battiato.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente la sceneggiatura prevedeva che Nanni Moretti interpretasse, oltre al ruolo del sacerdote, anche quello del terrorista, fratello gemello del presbitero e completamente uguale a lui, con l'eccezione della barba[2]. La parte venne poi affidata a Vincenzo Salemme.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Soundtracks for La messa è finita (1985), IMDb. URL consultato il 03-05-2010.
  2. ^ Nanni Moretti, 11 introduzioni ai miei film, Sacherfilm

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema