La mano sinistra delle tenebre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La mano sinistra delle tenebre
Titolo originale The Left Hand of Darkness
Autore Ursula K. Le Guin
1ª ed. originale 1969
1ª ed. italiana 1971
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese
« La luce è la mano sinistra delle tenebre,
E le tenebre la mano destra della luce,
Due sono uno, vita e morte,
e giacciono, Insieme come amanti in Kemmer,
Come mani giunte, Come la meta e la via. »

La mano sinistra delle tenebre (The Left Hand of Darkness) è un romanzo di fantascienza del 1969 di Ursula K. Le Guin, vincitore dei massimi riconoscimenti nell'ambito della narrativa fantascientifica, il premio Hugo e il premio Nebula.

È il quarto romanzo, in ordine di pubblicazione e non di cronologia interna, del Ciclo dell'Ecumene.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Genly Ai è un inviato dell'Ecumene sul pianeta Gethen, con il compito convincerlo ad unirsi alla federazione.

Ai si trova di fronte ad alcune situazioni molto particolari su Gethen. Innanzitutto il pianeta è quasi completamente ghiacciato, tanto da essere colloquialmente chiamato Inverno dagli esploratori. Il secondo aspetto peculiare è che gli esseri umani autoctoni sono ermafroditi. Non si conosce se ciò sia il risultato di un'improbabile evoluzione o se l'insediamento sia stato oggetto di manipolazione genetica decine di migliaia di anni prima. I Gheteniani sono neutri per la maggior parte del tempo ma una volta ogni 26 giorni circa hanno una fase detta kemmer (delle durata di circa 2 giorni) in cui diventano maschi o femmine in base ad uno scambio di feromoni con il partner. Entrambi i partner quindi hanno la possibilità di restare incinti.

Le vicende di Genly riguardano principalmente il suo incontro con i potenti della nazione di Karhide prima e Orgoreyn poi. In entrambi viene coinvolto in giochi di potere politici che non capisce e che ben poco hanno a che fare con la sua missione. Tutti i personaggi coinvolti più che pensare ai vantaggi che darà loro l'alleanza con un impero stellare molto più progredito si concentrano su come utilizzare questo bizzarro alieno per il loro tornaconto politico.

Un elemento fondamentale delle vicende di Ai è la sua amicizia con un getheniano, che dà modo all'autrice di affrontare il tema della comprensione tra popoli diversi e quello del genere sessuale come fattore di differenziazione nella società umana.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Ursula K. Le Guin, The Left Hand of Darkness, Ace Books, 1969, pp. 286.
  • Ursula K. Le Guin, La mano sinistra delle tenebre, traduzione di Ugo Malaguti, collana Cosmo Oro n° 65, Editrice Nord, 1984, pp. 272, ISBN 88-429-0362-0.
  • Ursula K. Le Guin, La mano sinistra delle tenebre, traduzione di Ugo Malaguti, collana TEADUE, TEA, 2003, pp. 267, ISBN 88-502-0446-9.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]