La mannaia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La mannaia (in originale Cleaver) è una finta opera cinematografica all'interno della serie televisiva statunitense I Soprano. La produzione e l'ideazione di tale progetto cinematografico è affidata a Christopher Moltisanti, affiliato della banda di Paulie Gualtieri con velleità di scrittore cinematografico. Da sempre Christopher, amante del cinema, aveva manifestato interesse per la recitazione, la stesura di sceneggiature e, infine, nella stagione 6, per la produzione di film.

La pellicola è un film dell'orrore con temi mafiosi. Giudicato dallo stesso Moltisanti, durante la presentazione, "The Ring incontra Il padrino", il film diverrà motivo di discordia fra lui e Tony Soprano, suo capo e uno dei finanziatori. Il motivo dello scontro è la figura del protagonista, un boss autoritario (interpretato nella pellicola da Daniel Baldwin) che richiama in modo evidente il vero boss Tony, in chiave macchiettistica e poco dignitosa. In origine, Christopher e Little Carmine (l'altro produttore del film) avevano tentato d'ingaggiare Ben Kingsley (ep. 72), che aveva rifiutato sdegnatamente.

Alla stesura del soggetto ha partecipato (contro la sua volontà) lo sceneggiatore J.T. Dolan, obbligato per vecchi debiti contratti con Christopher.

Trama di La Mannaia[modifica | modifica sorgente]