La lunga oscura pausa caffè dell'anima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La lunga oscura pausa caffè dell'anima
Titolo originale The Long Dark Tea-Time of the Soul
Autore Douglas Adams
1ª ed. originale 1988
1ª ed. italiana 2011
Genere romanzo
Sottogenere umoristico
Lingua originale inglese
Serie Dirk Gently
Preceduto da Dirk Gently. Agenzia di investigazione olistica

La lunga oscura pausa caffè dell'anima (The Long Dark Tea-Time of the Soul) è un romanzo di fantascienza umoristica edito nel 1988 dallo scrittore britannico Douglas Adams. Costituisce il secondo capitolo delle avventure del detective privato olistico Dirk Gently, e l'ultimo romanzo pubblicato mentre l'autore era ancora in vita.

Il titolo del romanzo deriva da una frase riportata nel romanzo La vita, l'universo e tutto quanto di Adams, tuttavia non esistono ulteriori collegamenti fra le due serie di romanzi.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Questa vicenda vede Gently profondamente invischiato in un intreccio internazionale che, iniziato ai banchi del check-in di un aeroporto londinese, coinvolge tutto il Pantheon delle divinità nordiche, Odino in testa.

Veniamo a conoscenza dei difficili rapporti familiari di Odino e Thor, dei patti faustiani stretti da due ricchi inglesi con il sommo dio scandinavo, e anche delle difficoltà psicologiche che l'immortalità può provocare su una divinità che non conta più adoratori.

Come già nel primo libro, Dirk Gently. Agenzia di investigazione olistica, Gently riuscirà a risolvere la situazione e a coinvolgere il lettore in un mondo ben più complesso e interconnesso di quanto non appaia. [1]

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Douglas Adams, The Long Dark Tea-Time of the Soul, 1988.
  • Douglas Adams, La lunga oscura pausa caffè dell'anima, traduzione di Marco e Didda Paggi, Piccola Biblioteca Oscar Mondadori n° 693, Arnoldo Mondadori Editore, 2011, pp. 280, EAN 9788804611813.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ IBS.it