La lepre e la tartaruga (gioco da tavolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La lepre e la tartaruga
Componenti dell'edizione tedesca del gioco
Componenti dell'edizione tedesca del gioco
Tipo gioco da tavolo
Luogo origine Regno Unito Regno Unito
Autore David Parlett
Editore Intellect Games
1ª edizione 1974
Regole
N° giocatori da 2 a 6
Requisiti
Preparativi 3 minuti
Durata 45-60 minuti

La lepre e la tartaruga (Hare and Tortoise) è un gioco da tavolo in stile tedesco progettato da David Parlett nel 1974 e pubblicato per la prima volta dalla Intellect Games. Nel 1978 venne pubblicato dalla Ravensburger in Germania, dove ebbe un enorme successo. Da allora ha venduto 2 milioni di copie in almeno dieci linguaggi, incluse almeno due edizioni pirate. In italia è stato pubblicato dalla Ravensburger.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è basato sulla favola di Esopo La lepre e la tartaruga nella quale la tartaruga e la lepre decidono di gareggiare. La tartaruga vince la gara grazie alla sua astuzia, mentre la lepre fallisce perché sicura del suo vantaggio si fece un sonnellino durante la gara. La morale della storia "lenta e costante vince la gara" viene incorporata nelle meccaniche di gioco.

Il titolo tedesco Hase und Igel ("La lepre e il porcospino") deriva dall'omonima favola tedesca resa popolare dai fratelli Grimm, nella quale è un porcospino a gareggiare contro la lepre e vince perché sua moglie è presente all'arrivo e la lepre la scambia per il suo avversario nella corsa.

Regole[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco usa una meccanica nuova per l'epoca, fino ad allora il movimento dei pezzi in un gioco di percorso era in genere determinato dal lancio dei dadi. In La lepre e la tartaruga i giocatori giocano carote (la moneta del gioco) per muoversi in avanti, più quadrati si vuole muovere più carote si devono pagare. Il costo aumenta in progressione aritmetica:

  • 1 quadrato = 1 carota
  • 2 quadrati = prezzo di 1 quadrato + 2 = 3 carote
  • 3 quadrati = prezzo di 2 quadrati + 3 = 6 carote
  • 4 quadrati = prezzo di 3 quadrati + 4 = 10 carote
  • e così via

I giocatori ottengono carote in diverse maniera, principalmente muovendosi indietro su dei quadrati indicati (10 carote per quadrato).

Questa meccanica di gioco crea una gara interessante e dinamica senza un chiaro giocatore fino alla fine. I giocatori iniziano il gioco con 65 carote, il percorso è composto da 65 quadretti, non ci sono quadrati generici, ad ognuno è associato qualcosa, come lepre (pesca una carta fortuna), carote (ottieni carote extra per ogni turno saltato), ec..

Il fattore fortuna può essere completamente eliminato dal gioco, mediante un accordo tra i giocatori a non fermarsi sui quadrati "lepre"

Un solo precedente di gioco di percorso strategico è conosciuto: Bantu pubblicato dalla Parker Brothers nel 1955, che comunque non servì come modello per La lepre e la tartaruga.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1979 ottenne l'appena fondato Spiel des Jahres. La traduzione olandese vinse il "Speelgoed van het jaar" (giocattolo dell'anno) sempre nel 1979.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Parlett, David. The Oxford History of Board Games. London: OUP, 1999. p. 103.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Giochi da tavolo Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giochi da tavolo