La leggenda di Mor'du

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La leggenda di Mor'du
Titolo originale The Legend of Mor'du
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2012
Durata
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere animazione
Regia Brian Larsen
Soggetto Steve Purcell
Sceneggiatura Steve Purcell
Produttore esecutivo John Lasseter
Casa di produzione Pixar Animation Studios
Montaggio Tim Fox
Musiche Patrick Doyle

La Leggenda di Mor'du è un cortometraggio animato statunitense diretto nel 2012 da Brian Larsen[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio comincia con la strega buona che fa accomodare un cliente in casa, il quale le chiede l'incantesimo dell'orso. La fattucchiera gli racconta la storia di Mor'du, primogenito dei quattro figli adolescenti di un re della Scozia medievale. Alla morte del padre, il regno venne diviso equamente fra la sua progenie.

Pieno di avidità, tuttavia, Mor'du mosse guerra ai i suoi fratelli: sperando di volgere le sorti della guerra a suo favore, il principe andò dalla strega chiedendole un incantesimo che gli donasse la forza di dieci uomini: e la strega gli diede una pozione da bere, ma lo avvertì che avrebbe dovuto fare una scelta: o fare ammenda, riconciliandosi con i suoi fratelli, o subire un destino cercando di realizzare il suo obiettivo.

Mettendo in scena una falsa tregua, Mor'du bevve la pozione trasformandosi in un orso. Invece di riparare i legami familiari lacerati dal suo orgoglio, il principe accettò la sua nuova forma e abbatté i suoi fratelli e i loro eserciti. Cercò poi di comandare il suo esercito per governare il regno, ma questi lo videro solo come una creatura selvaggia. L'orso attaccò i suoi ex uomini, ma questi lo sconfissero, dividendosi poi in quattro clan (Dumbrok, Macintosh, MacGuffin e Dingwall). I membri del clan principale, Dumbrok, nominarono re uno dei soldati adolescenti del popolo, Fergus. L'orso, ora chiamato Mor'du per la sua storia, finì per vagare intorno alla zona nella foresta, rompendo la pietra dove era raffigurato con la sua famiglia.

La strega conclude così la storia e offre l'incantesimo sotto forma di una torta per l'ospite, che si rivela essere il giovane Dingwall, figlio adolescente del lord del clan omonimo. Egli, terrorizzato e consapevole che l'orso di mezza età è da quelle parti e solo la strega nella sua casa si può difendere, dice che si era solo fermato lì per bere un bicchiere d'acqua e corre fuori dalla casa.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Questo cortometraggio è uno spin-off del film del 2012 Ribelle - The Brave, e la storia narrata dalla strega ne costituisce anche il prequel. Nelle brevi scene iniziale e finale, in cui il giovane Dingwall viene fatto accomodare mentre la strega racconta, è anche un midquel del film, ambientato probabilmente durante la scampagnata di Merida e la madre-orsa Elinor nel pescare i pesci fino a notte fonda, dopo aver scoperto Mor'du tra le rovine di una sala del trono.

Note[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema