La grande truffa del rock'n'roll

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La grande truffa del Rock 'n' Roll
Titolo originale The Great Rock 'n' Roll Swindle
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1980
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere documentario
Regia Julien Temple
Soggetto Julien Temple, Malcolm McLaren
Sceneggiatura Julien Temple, Malcolm McLaren
Fotografia Willie Patterson
Montaggio Richard Bedford
Musiche Sex Pistols
Interpreti e personaggi

I Sex Pistols:

La grande truffa del Rock 'n' Roll (The Great Rock 'n' Roll Swindle) è un film-documentario diretto dal regista Julien Temple nel 1980.

La pellicola narra in forma di fiction la nascita, ascesa e declino dei Sex Pistols, dal punto di vista del loro manager di allora Malcolm McLaren. Nel film, McLaren asserisce di aver creato i Sex Pistols e di averli guidati fino al successo nel mondo del music business, utilizzandoli come marionette consenzienti per raggiungere i suoi scopi inerenti al caos, l'anarchia, e l'accumulo di denaro ricevuto dalle varie etichette discografiche che firmarono con la band durante la loro breve carriera: EMI, A&M, Virgin, e Warner Bros. Records.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Malcolm McLaren, manager del gruppo Punk rock dei Sex Pistols, racconta come è riuscito a creare dal nulla una delle band che avrebbero segnato per sempre il mondo della musica. E come tutto ciò fu per lui solamente una truffa. Il chitarrista Steve Jones interpreta il ruolo di un bizzarro detective privato che, attraverso diversi flashback, scopre la verità circa la natura del progetto Sex Pistols. Il batterista Paul Cook ed il bassista Sid Vicious interpretano ruoli minori, mentre lo stesso McLaren, che svolge la funzione del narratore della storia, viene accreditato come "The Embezzler", l'uomo che manipolò i Pistols. Il criminale latitante Ronnie Biggs, Edward Tudor-Pole e l'attrice Irene Handl partecipano anch'essi al film come comprimari.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Great Rock 'n' Roll Swindle.

Note di produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le scene furono girate all'inizio e alla metà del 1978, tra l'abbandono della band da parte del cantante John Lydon ed il conseguente scioglimento del gruppo. Il film venne distribuito nelle sale solo due anni dopo. Lydon (che viene ironicamente indicato nei crediti del film come "Il collaboratore") e il primo bassista dei Pistols Glen Matlock appaiono solamente in filmati d'archivio. Nello specifico "l'ex Johnny Rotten" John Lydon dichiarò di non voler avere assolutamente niente a che fare con la produzione del film.

Nel documentario del 2000 intitolato Oscenità e furore, anch'esso diretto da Julien Temple, verrà invece raccontata la storia dei Sex Pistols dal punto di vista dei membri della band, in netta contrapposizione alla visione totalitaria di McLaren come unico creatore e forza creativa della band promulgata dal film precedente.

Edizioni VHS e DVD[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1982 il film venne fatto uscire in formato VHS (VVB 010). Nel 2005 arrivò anche l'edizione in DVD prodotta dalla Sony/Shout Factory (n. catalogo 2028859) con un'intervista a Julien Temple come contenuto extra. La versione in videocassetta VHS riportava sulla custodia un'inaccurata durata di 104 minuti, mentre invece sia la versione VHS che la versione DVD durano 100 minuti e 4 secondi; l'unica differenza tra le due edizioni è che la canzone I Thought I Saw A Puddy Tat venne rimossa dalla versione in DVD e rimpiazzata da vari effetti sonori. Infine il DVD ha dei titoli di coda più lunghi di circa 10 secondi rispetto al VHS.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]