La grande scrofa nera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La grande scrofa nera
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1972
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere sociale, drammatico
Regia Filippo Ottoni
Sceneggiatura Filippo Ottoni
Produttore Giuseppe Zaccariello
Fotografia Pasqualino De Santis
Musiche Luis Bacalov
Interpreti e personaggi

La grande scrofa nera è un film del 1972 diretto da Filippo Ottoni.

Trama[modifica | modifica sorgente]

"La grande scrofa nera" è un'espressione che viene data alla famiglia Mazzara, composta da Enrico, aperto agli interessi dei nuovi tempi, dalla nonna, da suo padre, una persona autoritaria, e i suoi quattro fratelli. Enrico sposa Anita, ma, dato che alla famiglia non piacciono gli estranei, la nuova arrivata non riesce ad ambientarsi, soprattutto per i continui conflitti accesi che si verificano in casa e dai quali vorrebbe fuggire.

Anita incontra il medico Ramez, con cui fugge, quest'ultimo però muore in viaggio per colera. Enrico la raggiunge, cerca di riportarla a casa, desideroso di ucciderla, ma recede nei suoi propositi e cerca di riallacciare un rapporto con lei. I fratelli violentano a turno la cognata per ordine del padre e quando lo viene a sapere, Enrico uccide i fratelli, la sorella e il padre, poi fugge con la nonna e con la moglie, che morirà in manicomio, consegnandosi infine alla polizia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema