La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa
Paese Italia
Anno 2007
Formato serie TV
Genere drammatico, avventura, sentimentale
Stagioni 1
Episodi 8
Durata 100 min (episodio)
Lingua originale Italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore Colore
Audio Stereo
Crediti
Interpreti e personaggi
Casa di produzione D.A.P.
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 4 novembre 2007
Al 13 dicembre 2007
Rete televisiva Canale 5

La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa è una serie televisiva italiana trasmessa nel 2007, spin-off di Elisa di Rivombrosa. Del cast della serie madre, rimangono solo Sabrina Sirchia (Bianca), Danilo Maria Valli (Gasparo), Giovanni Rizzuti (Titta), Simona Mastroianni (Giannina) e Jane Alexander (Lucrezia).

Nel 2010 era stata annunciata una seconda stagione, con Sarah Felberbaum e Giulio Berruti di nuovo protagonisti, le cui riprese sarebbero dovute cominciare nel 2012[1], ma poi non vennero diffuse altre notizie in merito.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte, 1797. L'Europa è scossa dai cambiamenti portati dalla rivoluzione francese e così anche l'Italia: molti nobili piemontesi, compreso il nuovo re della regione-Stato Carlo Emanuele IV, vivono sotto una sorta di controllo dei francesi e a pagarne le conseguenze sono i contadini e il popolo, vessati dai soldati avidi e senza scrupoli. In questo clima, fa il suo ritorno a Rivombrosa, dopo aver completato gli studi a Parigi, come suo fratello, la contessa Agnese Ristori (Sarah Felberbaum), figlia della contessa Elisa Scalzi di Rivombrosa (Vittoria Puccini) e del conte Fabrizio Ristori (Alessandro Preziosi), e ormai in età da marito. Sulla strada del ritorno, Agnese viene fermata dagli uomini di un brigante della zona, conosciuto come lo Sparviero che, tuttavia, la lascia andare. Tornata a casa un po' scossa, Agnese riabbraccia il fratello Martino Ristori (Paolo Seganti), erede di Rivombrosa dopo la morte del padre, avvenuta la mattina di Natale del 1773 per mano di una trappola ordita dal defunto duca Ottavio Ranieri (Luca Ward), e quella di Elisa, deceduta nel 1784 dopo una grave malattia. Agnese si rende ben presto conto dei grandi cambiamenti che sono avvenuti nella sua casa e scopre anche che lo Sparviero, nonostante sia temuto dai francesi in quanto brigante, sia in realtà acclamato dagli stessi abitanti di Rivombrosa come un eroe contro i soldati. Martino, nel frattempo, è prossimo alle nozze con la marchesa Vittoria Granieri Solaro (Anna Safroncik), una donna avida proveniente da una nobile famiglia decaduta che vuole sposare Martino solo per interesse. Ben presto Vittoria diventa gelosa di Agnese e tenta in tutti i modi di avvicinarla al capitano delle guardie francesi di stanza a Rivombrosa, Lorenzo Loya (Giorgio Borghetti), un uomo crudele che compie crimini contro i contadini spalleggiato dal sergente Saval (Francesco Bolo Rossini). Agnese, intanto, conosce a una festa un giovane di cui presto si innamora: il marchese Andrea Casalegno (Giulio Berruti). Questi, però, nasconde molti segreti, tra i quali quello di essere lo Sparviero per i popolani del posto e quello di essere figlio di Lucrezia Van Necker (Jane Alexander), in passato acerrima nemica di Elisa. La marchesa Lucrezia è ormai vecchia, pelata, con una parrucca, gravemente malata, ma è tornata dall'esilio a Venezia fino a Rivombrosa, poiché Napoleone Bonaparte, invadendo il Piemonte dalla Francia, ha abolito le pene sui vecchi crimini; Andrea è legato alla madre, ma è buono, poiché ha ereditato il carattere dal vero defunto padre, il barone Nicola di Conegliano di Napoli (Sergio Assisi), diventato pacifico con Elisa all'ultimo momento. Intanto ritorna a Rivombrosa, per il matrimonio di Martino, anche la cugina Emilia Radicati (Valentina Pace), da sempre innamorata di lui, ma che a suo tempo scelse di sposare un artista spezzando il cuore di Martino. Agnese prega il fratello di non rinunciare al vero amore anche quando questi decide comunque di sposare Vittoria, che nel frattempo tenta in ogni modo di liberarsi della cognata. Andrea decide di aprire il suo cuore ad Agnese e di confidarle tutta la verità, ma nell'ombra tramano Lucrezia e il capitano Loya, spinti da diversi motivi, ma entrambi con la ferma intenzione di distruggere il loro amore. Lucrezia tenta di uccidere Agnese, ma Martino, per legittima difesa, interviene e spara alla marchesa, uccidendola sul colpo. Andrea vede Agnese come la complice dell'assassino della madre, e non vuole più vederla, ma poi, dopo aver trovato una lettera di Lucrezia in cui, prima di morire, questa confessava al figlio di voler uccidere Agnese, capisce che era legittima difesa, prende in odio la defunta madre, ringrazia Martino liberandolo da Loya ed interrompe le nozze forzate della ragazza col capitano infido, che l'aveva ricattata sul liberare Martino, a patto che fosse sua moglie. Inizia così una serie di conflitti tra Andrea e Loya, che imprigiona il giovane marchese per sposare Agnese e vuole far uccidere Cesare, uno degli amici di Andrea considerato lo Sparviero, fino a quando Vittoria, innamorata di Loya, viene da questi tradita e pertanto lo uccide prima che uccida Andrea. Il tenente Corsini è il nuovo capitano e, comportandosi in modo mite con i contadini, comanda a Saval di non causare altri guai, amoreggiando anche con una cameriera di Rivombrosa. Vittoria sfugge all'arresto, scappando all'estero con un nuovo marito e con i ringraziamenti di Agnese, che sposa Andrea, mentre Martino, rimasto separato, inizia una relazione d'amore insieme ad Emilia, rimasta vedova, ma incinta del conte Ristori.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Contessa Agnese Ristori Figlia dei defunti conti Fabrizio Ristori ed Elisa, torna a Rivombrosa da Parigi, dopo essere stata via alcuni anni per motivi di studio. Durante il suo rientro in Piemonte, la sua carrozza viene assaltata dallo Sparviero, un famoso brigante, che in seguito si scoprirà essere Andrea Van Necker, figlio della Marchesa Lucrezia Van Necker, e del quale Agnese si innamora. Come sua madre, la contessina ha un carattere indomito che crede nell'amore vero e pronta a tutto per farlo trionfare. Sarà contraria del matrimonio di Martino con la marchesa Vittoria che non ama. Attirerà anche l'attenzione del Capitano Loya, malvagio capitano delle truppe francesi, che però lei disprezza. Tornando a Rivombrosa, rincontrerà anche la Marchesa Van Neker, madre di Andrea e vecchia nemica della famiglia Ristori.
  • Marchese Andrea Casalegno Van Necker Figlio della marchesa Lucrezia Van Necker e del barone defunto Nicola di Conegliano, ma adottato da uno sconosciuto marchese Casalegno, poi defunto, quando la madre era latitante nella Repubblica di Venezia. Tornato a Rivombrosa grazie alle invasioni francesi, si rende conto che questi ultimi sono spietati e decide di aiutare i contadini contro Loya, travestendosi da brigante, lo Sparviero. Incontra e s'innamora di Agnese, amore ostacolato da Loya e, nelle prime puntate, da Martino e Lucrezia. Quando arriva a scoprire che Martino ha ucciso sua madre, è irato, ma sapendo che era legittima difesa, lo libera da Loya, lo ringrazia e interrompe le nozze di Agnese con Loya. Sarà ricercato dal capitano, per aver salvato dalla forca un suo brigante Cesare ed essersi fatto scoprire come Sparviero. Verrà imprigionato e torturato, mentre Agnese deve sposare Loya per salvarlo, ma con la morte del capitano, Andrea è libero e sposa Agnese.
  • Conte Martino Amedeo Ristori Figlio del Conte Fabrizio Ristori e di una defunta cameriera sconosciuta, e fratello maggiore di Agnese. Si sposa con la Marchesa Vittoria Garnieri Solaro, che però non ama. Infatti il suo vero amore è la Marchesa Emilia Radicati, cugina e amica sin da quando erano piccoli. Inizialmente osteggia l'amore tra Agnese e Andrea, pensando di proteggere la sorella, anche se dopo mille peripezie riuscirà ad accettare il loro amore e Andrea nella famiglia, il quale ringrazia Martino di aver ucciso sua madre per legittima difesa verso Agnese. Alla fine lascerà Vittoria e coronerà il suo sogno d'amore con Emilia, da cui aspetterà un bambino.
  • Marchesa Emilia Radicati di Magliano Figlia della defunta Contessa Anna Ristori e cugina di Agnese e Martino. È sempre stata innamorata di Martino, sin da quando erano bambini, ma ha deciso di sposare un altro uomo per scappare a quell'amore irragionevole. Avrà una relazione extraconiugale con il conte Martino di cui resterà incinta Tuttavia, con il tempo, si renderà conto dell'affetto che la lega a Martino e di che razza di uomo sia in realtà suo marito. Il suo matrimonio infatti riporta gli schemi terribili di quello della madre, la Contessa Anna Ristori, con il marchese Alvise Radicati di Magliano, che preferiva prostitute e carte da gioco alla moglie, trattandola come un oggetto. La morte del marito Fulvio sarà per Emilia una liberazione e così potrà coronare il suo sogno d'amore con Martino.
  • Marchesa Lucrezia Adelaide Priscilla Van Necker vedova Beauville. Vecchia nemica della Famiglia Ristori e madre di Andrea. Disprezza profondamente Martino e Agnese ed è pronta a tutto pur di vendicarsi della figlia di Elisa, anche ucciderla pur di vendicarsi della famiglia Ristori e soprattutto per tenerla lontano da suo figlio Andrea. Ma muore subito, uccisa per legittima difesa. Essendo molto vecchia e comparsa solo nelle prime puntate, non è la vera antagonista.
  • Capitano Lorenzo Loya malvagio capitano delle truppe francesi, antagonista della serie, spietato contro i nobili e i contadini. Si innamora della Contessina Agnese e farà di tutto pur di averla, addirittura imprigionare Martino e Andrea, dopo aver scoperto che è lo Sparviero. Intreccerà una relazione con la marchesa Vittoria Garnieri Solaro, moglie di Martino per complottare alle spalle della Famiglia Ristori. Alla fine morirà per mano della stessa Vittoria, innamorata e tradita da lui.
  • Marchesa Vittoria Garnieri Solaro ragazza ambiziosa e determinata, che ha deciso di sposare Martino per la sua posizione sociale e le sue ricchezze. Non ama il marito e cercherà di aiutare il Capitano Loya a conquistare Agnese, anche se alla fine si accorgerà di essere innamorata perdutamente di lui. Ne diventerà l'amante e lascerà Martino, ma appena si accorgerà di essere stata tradita e ingannata da Loya lo ucciderà a sangue freddo, per poi scappare latitante all'estero, ricevendo i ringraziamenti di Agnese e Andrea.
  • Principessa Luisa di Carignano. Donna mite e gentile, membro dell'alta aristocrazia torinese, si dimostra amica della Famiglia Ristori e affabile nei confronti di Agnese, appena tornata dalla Francia. Organizza più volte nel suo palazzo balli e ricevimenti, ed ospita con garbo Emilia e Fulvio. Dal tono con cui si parlano lei e Andrea si intuisce una certa confidenza che li porta a darsi del tuo. Nel momento del dolore, la principessa Luisa si fa vicina ad Andrea di cui forse, senza rendersene conto, è innamorata.
  • Marchese Monaldo Granieri Solaro. Padre di Vittoria e Costanza, genero del conte Martino Ristori. E' un uomo anziano e saggio, con una innata vena ironica che lo rende un personaggio buffo e molto simpatico. Ha però sperperato tutto il suo patrimonio al tavolo da gioco. L'adesione sincera ai valori morali più alti lo portano, nonostante l'età, a sfidare a duello il pittore Fulvio Gritti, che aveva disonorato la sua figlia minore Costanza.
  • Marchesa Olga Benucci Granieri Solaro. Moglie di Monaldo e madre di Vittoria e Costanza. Donna semplice, moglie fedele, non si lascia interpellare dalle vicende dolorose che vivono le sue figlie e si dimostra fondamentalmente estranea alla loro vita. Tutta la sua giornata è dedicata alle rose e al governo di Palazzo Granieri Solaro. Quando però Vittoria le rivela che potrebbe esserci un'intesa con la Marche Van Necker, la madre Olga la mette in guardia severamente, raccontandole tutta la verità sul passato criminale di Lucrezia.
  • Marchesina Costanza Granieri Solaro. Figlia di Monaldo e Olga e sorella minore di Vittoria. Ragazzina dolce e a modo, ma frivola e vanesia, non si preoccupa molto delle sofferenze dei congiunti. Quando il pittore Fulvio Gritti tenterà di insidiarla, percepirà il pericolo e chiederà aiuto. Intesse un difficile fidanzamento con il conte Alessandro Sturani, uomo goffo e timidissimo, ma molto dolce, che la renderà felice.
  • Conte Alessandro Sturani. E' il migliore amico di Martino ed è perdutamente innamorato della Marchesina Costanza Granieri. A causa della sua timidezza estrema e della sua goffaggine, ha qualche difficoltà a dichiararsi e a manifestare i suoi sentimenti, ma con l'aiuto di Costanza chiederà la sua mano al Marchese Monaldo.
  • Fulvio Gritti è il marito della Marchesa Emilia Radicati di Magliano. Uno dei personaggi più biechi e orribili che compaiono in scena, è un uomo gretto, volgare, perverso, scontroso, egoista, privo di qualsiasi sensibilità e di amore. Ha sposato Emilia ma la maltratta, fino a picchiarla più volte. Utilizza la moglie solo in funzione della propria occupazione di pittore, mandandola ad acquistare tele e colori. Detesta Rivombrosa in quanto priva di qualsiasi ispirazione pittorica e brama a tutti i costi la Marchesina Costanza Granieri, ottenendo il permesso dal marchese Monaldo di dipingerla seminuda. Ottenebrato da una psiche disequilibrata, tenterà di stuprare Costanza, ma l'intervento del padre Monaldo che lo sfida a duello lo fermerà. La sua morte è una grazia per tutti quanti.

[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 8 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa: nel 2012 il sequel, 28 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione